Se la verità offende, meglio cambiarla?
Pesanti accuse a una associazione per la lotta al cancro, in Inghilterra, che in una campagna pubblicitaria mette sullo stesso piano fumo e obesità.
La nostra galassia sta "suonando"come una campana
È la conseguenza di un fenomeno ancora da capire: l'impatto con un’altra galassia? O forse lo scontro con agglomerati di materia oscura?
Nuotare al freddo? Se devi dimagrire, meglio di no
Se siete inclini all’obesità e volete perdere peso, datevi al jogging e state alla larga dall’acqua fredda: questo emergerebbe da una ricerca taiwanese. Ma ci sono scienziati che la pensano diversamente.
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

Curiosity tra le argille, a caccia di vita
Il rover della NASA sta esplorando una regione del Monte Sharp ricca di minerali argillosi: una delle più promettenti per la ricerca di passate tracce di attività biologiche.
Sete e idratazione: il cervello si regola così
Per stabilire se una bevanda ci idraterà a sufficienza, o se invece è necessario mantenere "acceso" il segnale di sete, i neuroni dell'ipotalamo consultano prima quelli dell'intestino. Lo rivela uno studio sui topi.
Luna: la sonda Beresheet in dirittura d'arrivo
Una sonda israeliana porta verso la Luna una Bibbia, un po' di Wikipedia e disegni di bambini.
I microrganismi sopravvivono bene allo Spazio
Il programma BIOMEX dimostra che la vita può diffondersi attraverso lo Spazio, e ci regala uno strumento in più per riconoscerla.
"Cimitero" del Cretaceo: scoperta epocale o no?
Fa discutere l'annuncio del ritrovamento, in North Dakota, dei resti delle "prime vittime" animali dell'asteroide di Chicxulub. Se fosse vero sarebbe una notizia storica. Ma molte cose non tornano...
La Terra è come il Sole... Che cosa c'è di vero
Uno studio male interpretato: il nuovo approccio alla natura di stelle e pianeti che fornisce uno strumento per la ricerca di pianeti abitabili al di fuori del Sistema Solare.
Che cos'è l'autismo
2 aprile, Giornata mondiale della consapevolezza dell'autismo: che cosa sappiamo di questa famiglia di disturbi, che abbiamo iniziato a riconoscere quasi 80 anni fa.
La migrazione di Giove
È possibile che il pianeta gigante del Sistema Solare non sia sempre stato dov'è adesso, ma si sia formato più lontano e abbia poi viaggiato per 700.000 anni, per arrivare alla posizione attuale.