Sulla ISS i batteri per minare gli asteroidi
Batteri minatori sulla Stazione spaziale: al via i test sulle capacità di bioestrazione di funghi e batteri nello Spazio.
Dark World: la foto di un pianeta extrasolare
Dopo la foto virtuale del buco nero M87 ecco la fotografia virtuale di LHS 3844b, elaborata dai dati del telescopio spaziale Spitzer.
La NASA e le Space Company
Gli esperti della NASA stanno lavorando con diverse compagnie spaziali private allo sviluppo di tecnologie chiave per andare sulla Luna, sostarci un po' e ripartire.
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

M87 spiegato in due infografiche e 17 curiosità
Il buco nero M87: i segreti della foto del secolo in due infografiche e 17 curiosità. E un grazie a Katie Bouman, protagonista non più invisibile di questa impresa.
Cibo o integratori? Solo il primo è un toccasana
Un adeguato apporto di vitamine e altre sostanze indispensabili riduce la mortalità per ogni causa, ma il beneficio vale soltanto per i nutrienti assunti mangiando (non per quelli in pillole).
Nasa: ritorno alla Luna?
Gli Usa annunciano il ritorno dell'uomo sulla Luna: il budget della Nasa, però, è sempre più magro e i progetti sono tutti in ritardo. Si farà con le space company private?
I fatti che rimettono l'Universo in prospettiva
E che vi faranno sentire incredibilmente piccoli.
La foto del buco nero - in diretta con Focus TV
L'EHT è la rete di radiotelescopi che ha catturato l'eccezionale immagine raccontata in diretta su Focus TV da Luigi Bignami e Massimo Dotti, in collegamento con la sede dell'ESO, a Bruxelles.
Ecco la prima foto di un buco nero
Una rete di radiotelescopi ha raccolto la prima immagine dei dintorni di un buco nero: è un anello di fuoco che avvolge il punto di non ritorno. In accordo con la relatività di Einstein.
Depressione post partum: un nuovo farmaco
Il primo farmaco specifico contro il disturbo che può colpire le donne dopo la nascita di un figlio: molto costoso, complesso da usare e ancora da testare sul lungo periodo.
Un nuovo tassello della fisica del Sole
Il lavoro sui dati di un imponente brillamento solare del 2017 rivela che il campo magnetico della nostra stella è molto variabile e molto più intenso di quanto si pensava.