Finalmente sappiamo quanto dura un giorno su Satur
Grazie ai dati della sonda Cassini, gli astronomi sono riusciti a risolvere un annoso mistero: il calcolo della durata (precisa!) del giorno su Saturno. Perché è stato così complicato?
Pianeta nove? No, pianeti nove!
L'ipotetico pianeta che giustificherebbe le anomalie delle orbite di alcuni pianti nani, potrebbe non esistere. A svolgere il suo "compito" potrebbe essere in realtà un gruppo di planetoidi.
Beta talassemia: la terapia genica funziona
Per la prima volta impiegata la terapia genica contro la beta talassemia: il trattamento - sviluppato da ricercatori italiani - è sicuro e funziona, soprattutto sui più giovani.
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

L'acqua di Saturno è come quella della Terra?
Nuove analisi sui dati della sonda Cassini suggeriscono un'ipotesi che non va d'accordo con ciò che pensiamo sulla formazione del Sistema Solare.
Nuovo record di precisione per gli orologi atomici
Due nuovi strumenti hanno infranto ogni precedente primato: sono talmente precisi che potrebbero essere impiegati per rilevare onde gravitazionali e altri sfuggenti fenomeni fisici.
Il suono del vento marziano catturato da Insight
Gli strumenti del lander della NASA hanno registrato le vibrazioni indotte dal sibilo dei fenomeni meteo del Pianeta Rosso: il primo rumore da Marte che possiamo ascoltare direttamente.
Materia oscura? No, massa negativa
La massa negativa potrebbe prendere il posto di materia ed energia oscure per spiegare l'Universo.
Mai visto prima: il polo nord del Sole
Ricostruito, a partire dalle immagini dell'atmosfera solare ricavate dal satellite dell'ESA, l'aspetto di una regione della nostra stella mai fotografata direttamente.
Ricerche petrolifere in mare con le bombe
L'Amministrazione Usa ha accordato alle società petrolifere il permesso di fare ricerche in Oceano utilizzando il metodo delle bombe d'aria.
Le cause della più grande estinzione di massa
Più chiare le circostanze dell'evento che 252 milioni di anni fa uccise il 90% delle specie terrestri e la quasi totalità di quelle marine: oceani roventi e poveri di ossigeno furono letali per i loro abitanti.
Il ritorno (annunciato) del morbillo
Le campagne di disinformazione sui vaccini iniziano a mietere i primi frutti: la malattia sta riconquistando terreno in aree geografiche da cui era quasi sparita (come l'Europa).