La prima EVA tutta al femminile, finalmente
Venerdì 18 ottobre: Christina Koch e Jessica Meir stanno lavorando alla sostituzione di un'unità di alimentazione elettrica difettosa. Scrivendo un nuovo capitolo della storia della ISS.
Verso le stelle col motore elicoidale
Per un ingegnere della NASA i viaggi interstellari alla velocità della luce o quasi sono già realizzabili.
Le vecchie Viking e i marziani nascosti
Gilbert Levin, che lavorò agli esperimenti delle sonde Viking, dà libero sfogo alla sua delusione: su Marte c'è vita e la Nasa tace (afferma).
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

Viaggio verso le stelle
Le prime idee per una missione interstellare robotica.
L'astronave di SpaceX suda... e cade
La nuova astronave Starship Hopper è costruita con un acciaio inossidabile microforato che le permette di traspirare acqua per perdere calore. Ma il suo prototipo è stato spazzato via dal vento.
Un raro spettacolo durante l'eclissi di Luna
Qualche giorno fa, durante l'eclissi, la Luna si è presa la scena. Ma in quegli istanti è avvenuto anche un altro fenomeno suggestivo, di cui praticamente nessuno si è accorto.
Saturno: finalmente sappiamo quanto dura un giorno
Grazie ai dati della sonda Cassini, gli astronomi sono riusciti a risolvere un annoso mistero: il calcolo della durata (precisa!) del giorno su Saturno. Perché è stato così complicato?
Pianeta nove? No, pianeti nove!
L'ipotetico pianeta che giustificherebbe le anomalie delle orbite di alcuni pianti nani, potrebbe non esistere. A svolgere il suo "compito" potrebbe essere in realtà un gruppo di planetoidi.
Le controverse stelle cadenti artificiali
Appena lanciato dal Giappone il satellite che spara stelle cadenti artificiali. Ma l'idea non piace a tutti.
21 gennaio 2019: eclisse totale di Luna
Il video, gli orari e altre informazioni per seguire al meglio l'eclisse, tempo permettendo e a patto di alzarsi prima dell'alba. Se la perdete, potrete rifarvi il... 31 dicembre 2028!
Il primo simulatore di eruzioni solari
Lo studio delle caratteristiche di uno spicchio di Sole profondo 50.000 km ha permesso di sviluppare un sistema predittivo per i flare solari.