La fine della Tempesta Perfetta
Lunghi filamenti di gas lasciano la Grande Macchia Rossa di Giove a ritmi sempre più accelerati: stiamo forse per assistere alla fine dell'enorme ciclone iniziato almeno 350 anni fa.
Una guida per la ricerca dei marziani
Con Exomars e Mars 2020 che si apprestano a scandagliare il suolo di Marte alla ricerca di tracce di vita, uno studio chiarisce cosa e dove dovranno cercare.
Un effetto sul cervello della vita in orbita
Le cavità che contengono i fluidi cerebrali si allargano durante le missioni spaziali e impiegano mesi a riprendere il volume normale. Il fenomeno forse collegato ai problemi alla vista di molti astronauti.
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

Aspettando la prossima eclissi
Le eclissi totali di Sole sono uno degli spettacoli più memorabili che il cielo possa offrire: nel 2019, l'appuntamento è per il 2 luglio. Ma non è dietro l'angolo e bisogna prepararsi per tempo.
I linfociti B non sono alterati dallo Spazio
Abbiamo forse finalmente trovato un aspetto del corpo umano su cui i viaggi nello Spazio non agiscono in modo deleterio: e il fatto che riguardi il sistema immunitario è un'ottima notizia.
La cometa di Natale 46P/Wirtanen vista da ALMA
L'oggetto celeste più affascinante dei cieli di dicembre è stato studiato nelle sue regioni più interne: ora possiamo ammirare nel dettaglio lo scrigno gassoso che avvolge il suo nucleo.
Marte: InSight al lavoro
Prime operazioni sul Pianeta Rosso: due brevi animazioni mostrano la posa del sismometro sulla superficie di Marte.
Saturno senza anelli tra 100 milioni di anni
Lo dicono gli scienziati della NASA, che hanno osservato una perdita di materiale verso l'interno del pianeta più accelerata del previsto: siamo fortunati a poterli ancora osservare nel loro splendore.
Lo strano test di Cina e Russia nella ionosfera
Lo scorso giugno, le due potenze avrebbero collaborato in una serie di esperimenti per manipolare la parte più alta dell'atmosfera con onde radio ad alta frequenza e verificarne gli effetti. A che scopo?
New Horizons si avvicina a Ultima Thule
Dopo un "volo" di 13 anni, la sonda della Nasa New Horizons sta per arrivare all’appuntamento con MU69, soprannominato Ultima Thule. Sarà il corpo del sistema solare più lontano mai visitato dall’uomo.
Che giornata ricca di lanci spaziali!
Da SpaceX  a Blue Origin, dall'agenzia spaziale francese a quella indiana: nelle prossime ore sarà un susseguirsi di razzi diretti verso la spazio.