Spazio

Wow, ovvero il segnale che molti hanno creduto alieno: le possibili interpretazioni

Il 15 agosto 1977 il segnale captato da un telescopio fece ipotizzare che provenisse da una civiltà aliena. Successivamente i sospetti si sono spostati su una o più comete. Il caso è ancora aperto.

Il 15 agosto del 1977 il radiotelescopio BigEar dell'università dell'Ohio intercettava un segnale, che venne ribattezzato segnale wow!, interpretato come prodotto da una civiltà aliena intelligente: "modulava" la frequenza dell'idrogeno. All'epoca, infatti, gli astronomi ipotizzarono che se una civiltà extraterrestre evoluta avesse voluto inviare messaggi nello spazio, avrebbe modulato proprio la frequenza dell'idrogeno: questo elemento dovrebbe essere ben noto a eventuali altre civiltà, in quanto è il più abbondante dell'Universo, oltre a essere il combustibile primo delle stelle.

Da allora sono state avanzate varie ipotesi alternative per spiegare il segnale, ma nessuna esauriente, perciò la speranza che "wow!" fosse veramente WOW! ha resistito. Finora.

Il radiotelescopio BigEar nel 1977: è stato dismesso nel 1997 e smantellato l'anno successivo. © Università dell'Ohio

Successivamente Antonio Paris, astronomo al St Petersburg College (Florida), avanzò una possibile spiegazione alternativa... naturale: la "colpa" del segnale ricadrebbe su due comete, la 266P/Christensen e P/2008 Y2, che nel 1977 passarono nella porzione di cielo scandagliata dal radiotelescopio e l'idrogeno rilasciato dal loro nucleo potrebbe aver causato il segnale. Nessuno però se ne accorse: le due comete vennero "scoperte" solo anni dopo.

Quando le comete passano vicino al Sole dalla loro superficie sublima una grande quantità di vapore acqueo che, bombardato dai raggi ultravioletti, si spacca nei suoi componenti: idrogeno e ossigeno. L'idrogeno libero va a formare la coda della cometa e sottoposto all'energia che arriva dal Sole inizia a vibrare assorbendo e rilasciando energia. Ciò avviene a una frequenza di 1420 megahertz: una "firma" dell'idrogeno. Il segnale alieno era "solo" questo?

Non tutti sono d'accordo e presto potremmo avere una controprova o la smentita circa questa interpretazione perché le comete coinvolte dovrebbero nei prossimi anni ripassare dalle nostre parti: secondo gli ultimi calcoli, infatti, il ritorno della 266P/Christensen è previsto per il 2020, mentre per la P/2008 Y2, l'appuntamento è per il 2022. Se sono state loro a emettere il segnale nel 1977, potrebbero rifarlo. Non resta che aspettare con le antenne accese...

14 agosto 2019 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us