Venere: il mistero continua...

_42189496_vortex_esa_203

Venere, pur essendo, secondo gli esperti, il pianeta più simile alla Terra, rimane ancora un grande mistero.
Ma gli scienziati sono fiduciosi e sperano che presto la sonda spaziale Venus Express, grazie alla sua avanzata strumentazione di bordo, possa inviare dati dal pianeta, utili a spiegare alcuni dei suoi segreti. Prima di tutto che cos’è quella strana sostanza che si trova nell’atmosfera, sopra le nuvole, capace di assorbire i raggi ultravioletti.
L’atmosfera di Venere, si pensa che sia simile a quella della Terra miliardi di anni fa quando ancora non c’era la vita. Quando l’aria era satura di anidride carbonica e zolfo. Ma ancora non è chiaro cosa provochi la coltre di “fumo”, che la sonda riesce a penetrare solo con gli infrarossi. Ci sono poi altre questioni ancora in sospeso, che potrebbero dirci molto sul pianeta. Come per esempio, che cosa guida la sua veloce rotazione, che sembra la più rapida di tutti i suoi “vicini”. Perché i suoi venti soffiano solo da Est e se i suoi vulcani sono ancora attivi, contribuendo in qualche modo alla formazione dei gas “serra”.

Nella foto: uno strano doppio vortice registrato al polo sud del pianeta. © Esa

13 Ottobre 2006