Spazio

Valkyrie, l'astronauta robot della NASA che ci precederà su Marte

La NASA ha presentato ufficialmente Valkyrie, la prima astronauta robot che potrebbe precedere l'uomo su Marte per prepararne lo sbarco.

Nonostante le misure non siano proprio quelle di un'atleta al top della condizione fisica - 1,90 di altezza per 125 kg di peso - Valkyrie potrebbe essere la prima di una nuova generazione di astronauti robot destinati all’esplorazione dello spazio profondo e alla colonizzazione di Marte.


È stata presentata (le fattezze ricordano quelle di una robottina) per la prima volta al pubblico qualche giorno fa in uno spazio espositivo appositamente allestito in un grattacielo dell’East Village, a New York.


Pesante ma agile. Si tratta di uno dei più sofisticati robot realizzati fino a oggi dalla NASA: a differenza dei suoi predecessori è in grado di muovere quasi senza limiti le quattro dita delle mani e gode di un’ottima autonomia di braccia, testa e arti inferiori che possono compiere 44 movimenti diversi.

È in grado di interagire con gli esseri umani e di aiutarli a svolgere compiti specifici. Valkyrie è inoltre dotata di due telecamere e di diversi sensori che gli consentono di muoversi nell’ambiente e di vedere che cosa succede. È stata progettata e realizzata dagli ingegneri della NASA in collaborazione con gli scienziati della Northeastern University, che hanno voluto mettere a punto un robot resistente e facile da riparare: in caso di guasto o rottura gli arti e le componenti principali possono infatti essere sostituite in pochi minuti.

Alla conquista di Marte? Obiettivo dei ricercatori è quello di renderla sufficientemente autonoma da poter sbarcare su Marte per preparare l’arrivo degli astronauti umani.

Per fare questo dovrà essere in grado di uscire da una navicella spaziale, aprire e chiudere sportelli, scaricare materiale, manipolare e utilizzare attrezzi specifici.

13 giugno 2016 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us