Spazio

Una sorgente di polvere per l’anello G di Saturno

Sono ormai quasi 5 anni che la sonda Cassini orbita attorno a Saturno e le informazioni  che ha sinora fornito ci hanno aperto un nuovo panorama sul...

Sono ormai quasi 5 anni che la sonda Cassini orbita attorno a Saturno e le informazioni che ha sinora fornito ci hanno aperto un nuovo panorama sul pianeta degli anelli e su molti dei suoi innumerevoli satelliti (attualmente 61). L’ultima scoperta riguarda una piccolissima luna di circa 500 metri di diametro localizzata all’interno dell’anello G, una struttura molto sottile e di debole luminosità che si trova tra gli anelli F ed E, ad una distanza dal centro di Saturno compresa tra 170.000 e 175.000 km. Le analisi dei dati raccolti dalla sonda fanno pensare che questo minuscolo satellite sia la fonte da cui provengono le polveri che formano l’anello. Prima che Cassini scoprisse questo satellite, l’anello G era l’unico a non essere chiaramente associato ad una luna, rendendolo un’eccezione.

Gli anelli di Saturno sono stati denominati sulla base dell’ordine secondo cui sono stati scoperti. Partendo dall’esterno, troviamo gli anelli C, D, B, A, F, G ed E. L’anello G è uno di quelli più esterni e al suo interno esiste un arco di materiale più luminoso che si estende per una distanza di circa 150.000 km, circa un sesto della circonferenza dell’anello. Il piccolo satellite da poco scoperto si muove all’interno di questo arco.

Questa sequenza di 3 immagini, ottenute dalla sonda Cassini in un arco di tempo di circa 10 minuti, mostra la traiettoria di una nuova piccola luna (di soli 500 metri di diametro) che sembra alimentare l’anello G con le polveri espulse a seguito di impatti con particelle macroscopiche di roccia e ghiaccio.

In precedenza, le osservazioni della Cassini avevano indicato che le polveri che formano l’anello possono essere prodotte da particelle di ghiaccio e rocce relativamente grandi, con dimensioni che vanno da 1 a 100 metri, che si trovano all’interno dell’arco. Le collisioni reciproche tra queste e con il piccolo satellite sarebbero le responsabili della produzione di polveri che vanno a formare l’arco.

Tra poco meno di un anno la sonda Cassini avrà la possibilità di osservare più da vicino questo interessantissimo fenomeno. Si tratterà forse di uno dei suoi ultimi impegni esplorativi, in quanto il termine della sua vita operativa, salvo ripensamenti dell’ultimo momento, è prevista la fine del prossimo anno.

15 marzo 2009 Mario Di Martino
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us