Spazio

Una nuova mappa dell'Universo ai raggi X

La traccia totale delle emissioni di raggi X nel Cosmo diventa una mappa di suprema bellezza, che mostra dove nell'Universo avvengono i fenomeni che emettono enormi quantità di energia.

Se i nostri occhi riuscissero a vedere i raggi X avremmo una visione completamente diversa del Cosmo, come quella che otteniamo da strumenti quali il telescopio eROSITA (Max Planck Institute for Extraterrestrial Physics, Germania), che fa coppia col telescopio ART-XC nella missione SRG (Spectrum Roentgen Gamma). I dati di questo satellite in costante opposizione al Sole rispetto alla Terra (significa che si trova sempre protetto dalla Terra rispetto al Sole) sono stati elaborati in una straordinaria mappa dell'Universo.

Ci sono voluti circa 6 mesi per ottenere l'immagine qui sopra, che mostra le innumerevoli fonti di raggi X, un tipo di radiazione elettromagnetica ad alta energia: in un breve lasso di tempo la mappa raddoppia il numero di fonti di raggi X scoperte nel corso dei 60 anni di storia dell'astronomia a raggi X. Le emissioni provengono per lo più da buchi neri (80%) colti nel momento in cui ingurgitano stelle o altro materiale; subito dopo ci sono le esplosioni di supernove e altri fenomeni catastrofici che avvengono nell'Universo. Nel setacciare i cieli eROSITA ha individuato oltre un milione di fonti di raggi X provenienti in modo omogeneo da tutto il Cosmo, per la maggior parte posti nel cuore delle galassie, dove appunto ci sono giganteschi buchi neri. «Questa immagine a 360° del cielo cambia completamente il modo con il quale guardiamo l'Universo energetico», commenta Peter Predehl, a capo del team di eROSITA: «mai prima d'ora avevamo avuto modo di vedere una tale ricchezza di dettagli», e stando ai programmi nei prossimi anni si riusciranno a vedere le più antiche strutture dell'Universo e a raggiungere le emissioni dei buchi neri giganteschi dei suoi primordi.

31 luglio 2020 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us