Una Luna gigante cala sul vulcano: il video virale, spiegato bene

Il disco bianco e pieno del nostro satellite sembra voler schiacciare gli spettatori sul Monte Teide, alle Isole Canarie: il filmato è reale, ecco spiegato l'effetto "Armageddon". 

Come mai queste persone non sembrano spaventate, dal colosso spaziale che sembra sul punto di piombare sulle loro teste? Potreste esservi imbattuti, negli ultimi giorni, nel video qui sopra, originariamente pubblicato sulla pagina APOD (Astronomy Picture of the Day) della Nasa.

 

La lente telescopica che ha reso possibile l'illusione: come si vede, all'occhio umano la Luna appare in dimensioni normali. | APOD/Daniel López

Il trucco c'è (e si vede). Il filmato, girato dal fotografo Daniel López, è squisitamente autentico, non c'è foto-ritocco: la Luna appare così grande, semplicemente perché catturata attraverso lenti telescopiche. Il fotografo si trovava a circa 16 km dal Monte Teide, il vulcano dell'Isola di Tenerife (Canarie) al centro della scena.

 

A causare la scomparsa della Luna piena del 30 maggio scorso dietro alla montagna è soprattutto la rotazione terrestre: anche la velocità di movimento apparente del satellite è reale, il filmato non è in time-lapse.

 

Girati dalla parte opposta. Curiosamente, gli spettatori in cima al vulcano non stavano osservando la Luna (che comunque percepivano in dimensioni normali), ma il sorgere del Sole che stava avvenendo, in contemporanea, alle spalle del fotografo. Non si tratta di una coincidenza: come spiegato dalla Nasa, il Sole si trova sempre dalla parte opposta del cielo rispetto alla Luna piena.

Attrice navigata. Le illusioni lunari sono piuttosto comuni anche quando non ci si mette di mezzo una lente telescopica. Di solito la Luna appare più grande quando si trova sulla linea dell'orizzonte e quando viene confrontata con altri punti di riferimento dello skyline, come ponti o grattacieli. Qui sotto trovate altri esempi di giochi di prospettiva con la Luna.

 

11 Giugno 2018 | Elisabetta Intini