Spazio

Una cometa “italiana” (quasi) visibile ad occhio nudo

Immagine della cometa C/2008 J1 Boattini ottenuta con un piccolo telescopio. La linea verde che attraversa il campo è stata lasciata dal passaggio di un...

Immagine della cometa C/2008 J1 Boattini ottenuta con un piccolo telescopio. La linea verde che attraversa il campo è stata lasciata dal passaggio di un satellite artificiale durante l’esposizione.

Un astronomo italiano, Andrea Boattini, che lavora negli USA presso l'osservatorio astronomico Catalina (Arizona, USA) alla caccia di corpi cosmici potenzialmente pericolosi per la Terra, lo scorso 2 maggio ha scoperto la sua seconda cometa che è stata battezzata C/2008 J1 Boattini.

Ora questa cometa è visibile nei cieli del nostro emisfero. La sua magnitudine è di 5,5, in teoria visibile ad occhio nudo se il cielo non è disturbato da luci artificiali o dal chiarore lunare. Per chi volesse godersi lo spettacolo dovrà puntare un binocolo, anche di piccole dimensioni, verso Est poco al di sopra dell’orizzonte e cercare l’ammasso delle Pleiadi, quindi, spostandosi lentamente, individuare la stella doppia Alfa Ceti (Menkar). A questo punto, tenendo Menkar sulla destra del campo di vista, occorre cercare la cometa spostando lo sguardo verso le Pleiadi (vedi Fig. 2).

La cometa comincerà ad essere visibile verso le 4:30 del mattino, quindi il tempo disponibile, prima che il chiarore dell’alba renda impossibile l’osservazione, non è molto. La cometa è passata da poco alla minima distanza dal Sole (perielio) e se ne sta allontanando, per cui la sua luminosità tenderà gradualmente a diminuire.

Lo spettacolo non sarà appariscente ed emozionante come quello che ci riservò, ad esempio, la cometa Hale-Bopp nella primavera del 1997. La nuova cometa infatti non ha una coda ben visibile, ma comunque si tratta di un evento di grande interesse che non è possibile osservare di frequente.

Fig. 2. Carta celeste con riportato un cerchio rosso che circoscrive la zona di cielo in cui si trova la cometa. La freccia azzurra indica la sua traiettoria.

15 luglio 2008 Mario Di Martino
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us