Spazio

Una base permanente sul lato nascosto della Luna

Si torna a parlare di un avamposto umano permanente sulla Luna, sul lato nascosto del nostro satellite.

La prossima tappa dell'esplorazione spaziale, dopo l’esperienza della Stazione Spaziale Internazionale, sarà forse - finalmente - la costruzione di una base sul lato nascosto della Luna, quello che non si vede mai da Terra. A parlarne è Johann-Dietrich Worner, che dal primo luglio 2015 prenderà il posto di Jean-Jacques Dordain alla presidenza dell'Agenzia Spaziale Europea, l'Esa.

L'avamposto. Perché tornare sulla Luna e perché una base sulla faccia mai visibile da Terra? Una risposta, secondo Worner, è che «sul lato nascosto si potrebbero avviare ricerche radioastronomiche di altissimo valore, perché si ascolterebbe l’Universo senza i disturbi generati dalla Terra. Sarebbe una finestra unica per lo studio del profondo cosmo. Inoltre si potrebbero continuare molti degli esperimenti avviati a bordo della ISS e sarebbe anche un’esperienza unica, preludio alle future basi su Marte, che sono ancora molto di là da venire».

La costruzione di radiotelescopi potrebbe dare risultati impossibili sulla Terra. Sul lato oscuro della Luna , infatti, non vi è alcun rumore di fondo che produce la Terra

Squadre di salvataggio. Anche Charles Bolden, responsabile della Nasa, si è detto molto interessato all'idea. «Tra il 2020 e il 2030 dovremmo impegnarci a creare attorno alla Luna le infrastrutture necessarie alla sopravvivenza della base e assicurarci che si possa intervenire velocemente in caso di problemi», ha commentato.

Prima di costruire una base abitabile sul lato nascosto del nostro satellite sarà infatti necessario avere, in orbita lunare, una rete di satelliti che permetta le comunicazioni tra la Terra, la base e le astronavi. Se l'idea si trasformerà in progetto, tutte le agenzia spaziali della Terra saranno coinvolte in quello che potrebbe davvero essere il passaggio fondamentale prima di mettere piede su Marte.

6 maggio 2015 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Il racconto del decennio (1919-1929) che condusse un'Italia povera, ferita e delusa dalla Grande guerra nelle braccia di Mussolini. E ancora: distanziamento, lockdown, ristori... tutte le analogie fra la peste di ieri e il covid di oggi; come Anna Maria Luisa, l'ultima dei Medici, salvò i tesori artistici di Firenze; dalla preistoria in poi, l'impatto dell'uomo sull'ambiente e sul paesaggio.

ABBONATI A 29,90€

Il cervello trattiene senza sforzo le informazioni importanti per sopravvivere. Qual è, allora, il segreto per ricordare? Inoltre: gli ultimi studi per preservare la biodiversità; la più grande galleria del vento d'Europa dove si testano treni, aerei, navi; a che punto sono i reattori che sfruttano la fusione nucleare.


ABBONATI A 29,90€

Litigare fa ammalare? In quale sport i gatti sarebbero imbattibili? Perché possiamo essere cattivi con gli altri? Sulla Luna ci sono nuvole? Queste e tante altre domande e risposte, curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R, d'ora in poi tutti i mesi in edicola!

ABBONATI A 29,90€
Follow us