Spazio

Un sistema planetario ideale per una seconda Terra

A 190 anni luce da noi, attorno a una stella gemella del Sole c'è un pianeta simile a Giove: ecco i nuovi indizi di un sistema solare che potrebbe ospitare pianeti simili alla Terra.

Grazie ad una serie di osservazioni effettuate con il telescopio da 3,6 metri di apertura dell’Osservatorio Australe Europeo (ESO) un team internazionale di astronomi ha scoperto un pianeta simile a Giove in orbita attorno a una stella simile al Sole, denominata con la sigla HIP 11915, che si trova a circa 190 anni luce da noi in direzione della costellazione della Balena.

Alla stessa distanza. Non è la prima volta che si scopre un esopianeta simile al gigante del Sistema Solare, ma in questo caso la particolarità è che questo si trova a una distanza dalla sua stella simile a quella a cui Giove si trova dal Sole.

Indizi di un'altra Terra. Secondo le attuali teorie, la formazione di pianeti di massa paragonabile a quella di Giove svolge un ruolo fondamentale nel plasmare l'architettura dei sistemi planetari. L'esistenza stessa di un pianeta di massa gioviana in un'orbita gioviana intorno a una stella simile al Sole apre le porte alla possibilità che il sistema planetario che circonda questa stella possa essere un analogo del Sistema Solare.

In più, HIP 11915 ha età e composizione paragonabili a quella del Sole e ciò fa pensare che ci possano essere anche dei pianeti rocciosi in orbita più vicini alla stella.

Le attuali tecniche di rilevazione di esopianeti permettono di scoprire pianeti grandi o massicci che orbitano a breve distanza dalla stella madre. Pianeti piccoli e di piccola massa, infatti, sono nella maggior parte dei casi al di là delle capacità degli strumenti di cui disponiamo. Anche i pianeti giganti in orbita a grandi distanze dalla loro stella sono più difficili da identificare, a causa del loro più lungo periodo di rivoluzione.

La combinazione di queste limitazioni fa sì che molti degli esopianeti noti sono di grandi dimensioni, e/o massicci e vicini alla loro stella. Questa situazione non è quella che osserviamo nel Sistema Solare, dove i pianeti rocciosi popolano le regioni interne, mentre i giganti gassosi come Giove si trovano più lontani.

architetti di sistemi planetari. Secondo le teorie più recenti, la struttura del Sistema Solare è il risultato della presenza di Giove e dell'influenza gravitazionale che questo gigante gassoso ha esercitato sul Sistema Solare durante le primissime fasi della sua evoluzione.

Perciò l’individuazione di un esopianeta con quelle caratteristiche è importante: potrebbe portare all'individuazione di un sistema planetario simile al nostro. Naturalmente sono necessarie ulteriori indagini, ma al momento HIP 19115 è uno dei candidati più promettenti a ospitare un sistema planetario che potrebbe riservarci molte sorprese.

23 luglio 2015 Mario Di Martino
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La vita, privata e politica, di Winston Churchill, il grande statista inglese che ha salvato il mondo dalla follia di Hitler. Il segreto della sua forza, le – non poche – debolezze, l'infanzia e i talenti dell'inquilino più famoso di Downing Street. E ancora: come nel 1021 il vichingo Leif Eriksson “scoprì” l'America; nella Vienna di Klimt; tutti gli inquilini del Quirinale; Tangentopoli e la fine della Prima Repubblica.

ABBONATI A 29,90€

Il lockdown e la rivoluzione digitale stanno cambiando il nostro modo di curarci. Ecco come gestire al meglio televisite e bit-terapie. Inoltre, gli impianti nucleari di nuova generazione; la prima missione del programma Artemis che ci riporterà sulla Luna; i vaccini e le infinite varianti del Coronavirus

ABBONATI A 29,90€
Follow us