Che ci fa un razzo in centro a Milano?

Al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia arriva un modello a grandezza reale del razzo spaziale Vega, il lanciatore italiano.

modello_vega_vicino_al_toti-museonazionalescienzatecnologia
Il modello del razzo Vega accanto al sottomarino Enrico Toti, al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano. | Paolo Soave/Museo Scienza e Tecnologia

Da venerdì 8 novembre, lo skyline di Milano cambia. Ma non per un nuovo grattacielo, bensì per l'imponente figura di un razzo spaziale Vega a grandezza reale collocato al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci.

 

Il modello del razzo Vega, alto 30 metri (come un palazzo di 10 piani) per 3 metri di diametro, è stato sistemato negli spazi esterni, accanto a un'altra delle icone del Museo milanese, il sottomarino Enrico Toti.

 

Il modello del razzo Vega a Milano
Il lanciatore italiano Vega con alle spalle la cupola della chiesa di San Vittore, a Milano. | Paolo Soave/Museo Scienza e Tecnologia

Riproduce fedelmente il primo lanciatore Vega che ha volato nel 2012, ed è l'unico modello di questo razzo a grandezza naturale esistente al mondo.

 

A livello internazionale ha pochi rivali: solo al Musée de l'Air et de l'Espace - Le Bourget di Parigi e alla Cité de l'Espace di Tolosa, sono esposti due lanciatori (in quel caso i francesi Ariane) in scala 1:1 e in verticale, così come sono al momento del lancio.

 

Il modello è stato realizzato nello stabilimento di Avio, è stato trasportato in tre pezzi da grandi autoarticolati e ricomposto a Milano (vedi video a fine articolo).

 

La visita al Vega, che rientrerà nel normale biglietto del museo, sarà accompagnata da immagini suggestive e infografiche che raccontano le caratteristiche tecniche del razzo, le varie fasi di cui si compone il lancio, il confronto tra Vega e i più importanti lanciatori passati, presenti e futuri.

 

Il modello del razzo Vega a Milano
Il razzo in "versione notturna". | Paolo Soave/Museo Scienza e Tecnologia

Quello vero. Vega è un lanciatore realizzato grazie a un progetto promosso dall'Esa (l'Agenzia Spaziale Europea) e dall'Asi (l'Agenzia Spaziale Italiana). Viene costruito quasi interamente negli stabilimenti dell'azienda Avio, a Colleferro (Roma). In altre parole, è un gioiello tecnologico made in Italy, che è in grado di portare in orbita fino a 2.000 km di altezza carichi fino a 2 tonnellate, sotto forma di un singolo satellite di grandi dimensioni o di più satelliti piccoli.

 

I lanci dei razzi Vega avvengono dalla base di Kourou, lo spazioporto europeo in Guyana Francese. Ora lo si potrà ammirare a grandezza naturale anche a Milano.

 

Come il Razzo Vega è arrivato a Milano

 

7 novembre 2019 | Gianluca Ranzini

Codice Sconto