Spazio

Un piccolo passo per l'uomo... un grande balzo per una rana

Mai avvicinarsi troppo a una piattaforma di lancio della Nasa: l'ha imparato a sue spese anche un piccolo anfibio, sulla cui triste fine, ora, ci si interroga.

Per quanto possano appassionarvi le missioni spaziali, ricordate: a certi spettacoli è meglio assistere da debita distanza. Ce lo insegna questo scatto catturato il 6 settembre scorso da una fotocamera della Nasa presso il Wallops/Mid-Atlantic Regional Spaceport, durante la partenza della sonda per lo studio dell'atmosfera lunare LADEE. La foto - confermano i portavoce del centro - non è stata in alcun modo ritoccata.

Sette coraggiosi astronauti animali
VAI ALLA GALLERY (N foto)

Che fine abbia fatto la rana, scaraventata in aria durante il lancio, è purtroppo prevedibile. Ma la vera domanda è: che cosa ci faceva la poveretta in un contesto così poco tranquillo? Il centro di lancio della Nasa in Virginia è dotato di una piscina d'acqua alluvionale utilizzata per attutire il rumore dei razzi di partenza ed evitare di danneggiare la piattaforma. Era lì che, forse, la rana si stava godendo la quiete notturna, quando all'improvviso si è ritrovata ad affrontare un salto più alto del solito.

Inoltre, proprio come il più famoso Kennedy Space Center (Florida), anche il Wallops Island Spaceport si trova in un'area che ospita varie forme di vita animale: nei suoi 3 mila acri di paludi e boschi vivono, come minimo, anche alcune rane.

Non è comunque la prima volta che la fauna americana viene disturbata da un lancio spaziale. In questo video esilarante, la reazione di una mandria di mucche al test di lancio di un razzo Grasshopper della SpaceX.





Ti potrebbero interessare anche:

Piattaforme di lancio della Nasa in vendita ai ricchi appassionati
Le più belle foto di rane (gallery)
16 settembre 2013 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us