Un occhio su Venere

Se al posto degli occhi avessimo dei radar, come quelli installati sul satellite Magellano, ecco come vedremmo la superficie del pianeta Venere: in particolare, così appaiono le tipiche strutture...

venus
Un occhio su Venere
Se al posto degli occhi avessimo dei radar, come quelli installati sul satellite Magellano, ecco come vedremmo la superficie del pianeta Venere: in particolare, così appaiono le tipiche strutture circolari che ne caratterizzano il suolo. Queste formazioni di probabile (ma non certa) origine vulcanica, sono definite "cupole a frittella" (pancake dome) e possono essere larghe fino a venticinque chilometri.
Per l'altissima temperatura della sua superficie (circa 482 °C), Venere difficilmente può ospitare veicoli spaziali che ne osservano le caratteristiche, del tipo mandato su Marte.
© Nasa/Magellan Team
02 Maggio 2003 | Anita Rubini