Spazio

Un buco nero molto “goloso”

Il telescopio spaziale per raggi X della NASA Chandra fu immesso in orbita nel luglio 1999 dallo shuttle Columbia, iniziando poco dopo l’osservazione dei...

Chandra

shuttle

buco nero supermassiccio

dalla posizione in cui si trova questo “mostro” cosmico provengono dei lampi prolungati di raggi X

flares

oggetti simili agli asteroidi che con regolarità vengono fagocitati dal buco nero, dando origine al periodico incremento di radiazione X osservato.

L'immagine, ottenuta da Chandra, mostra il centro della nostra Galassia con un buco nero supermassivo noto come Sgr A*. Utilizzando dati ottenuti nel corso di svariati anni da questo telescopio spaziale, sono stati osservati flares X con una frequenza media di circa uno al giorno. Una possibile spiegazione riguarda la presenza di un immenso numero di asteroidi e comete, strappati dalle stelle a cui erano legati. L'immagine grande a sinistra mostra una regione intorno al buco nero, dove il rosso rappresenta emissione X di bassa energia, il verde raggi X di media energia, sino a quelli più energetici rappresentati in blu. Un asteroide che si approssima ad un altro oggetto, come una stella o un pianeta, può essere perturbato spinto in un'orbita che lo dirige verso Sgr A*, come mostrato nelle 3 illustrazioni artistiche a destra. Se l'asteroide si avvicina a poco più di 150 milioni di km dal buco nero può essere distrutto dalle forze mareali del buco nero (pannello al centro). Questi frammenti dovrebbero essere vaporizzati durante il passaggio attraverso il gas caldo che fluisce nel buco nero, proprio come le meteore si scaldano quando entrano a contatto con l'atmosfera terrestre. Si produce quindi un flare di raggi X (immagine più in basso) ed i resti, eventuali, vanno ad alimentare il buco nero. (NASA/CXC/MIT)

nube di centinaia di migliaia di miliardi di piccoli corpi

Che cosa succede quando si finisce in un buco nero? La simulazione al computer del pasto di un buco nero

Pasto vorace

Sagittarius A*

Sgr A*

Chandra

Chandra

Chandra

8 febbraio 2012 Mario Di Martino
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us