Spazio

Un'altra Terra poco fuori il sistema solare

Trovato il primo esopianeta che potrebbe essere composto di materiale roccioso.

Un'altra Terra poco fuori il sistema solare
Trovato il primo esopianeta che potrebbe essere composto di materiale roccioso.

Una ricostruzione digitale del possibile aspetto del pianeta. Foto: © National Science Foundation.
Una ricostruzione digitale del possibile aspetto del pianeta. Foto: © National Science Foundation.

Un'altra Terra fuori dal sistema solare La ricerca di nuovi mondi al di fuori del nostro sistema solare non fa ormai più notizia: gli astronomi ne hanno già catalogato circa 150, tutti molto simili, più larghi di Urano e con una massa almeno 15 volte superiore a quella della Terra.
A caccia di Pianeti. L'ultima preda, però, è degna di nota. Si tratta dell'esopianeta più piccolo finora osservato: soltanto una volta e mezza le dimensioni della nostra Terra. Dunque molto diverso dai precedenti. Si ritiene sia composto di roccia, non gas, ma sicuramente non ospita forme di vita, così come la conosciamo noi.
«Il pianeta ha un'orbita di due giorni» ha spiegato Paul Butler della Carnegie Institution «ed è soggetto a temperature da forno (da 200 a 400 gradi). Quindi non aspettiamoci la vita. Per pianeti posti su orbite leggermente più ampie, la temperatura consentirebbe all'acqua di trovarsi allo stato liquido».
Il cugino grande della Terra avrebbe una massa da 5,9 e 7,5 volte quella della Terra, sufficiente secondo gli esperti per possedere la gravità necessaria per avere un'atmosfera. E sarebbe un pianeta con un nucleo di ferro e una «cappa» di silicio. Potrebbe anche avere uno strato di un'acqua densa e vaporosa, ma naturalmente siamo nel campo delle ipotesi.
Tu mi fai girar. La stella intorno a cui orbita il pianeta si chiama Gliese 876, una debole nana rossa, come sono circa il 70% delle stelle nel cielo, 15 anni luce di distanza dalla Terra, con un periodo di rivoluzione di appena 1,94 giorni terrestri.
Il piccolo sistema solare, secondo le osservazioni degli astronomi presenterebbe almeno altri due pianeti grandi e gassosi.

(Notizia aggiornata al 16 giugno 2005)

17 giugno 2005
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us