Spazio

Tiangong-1: le immagini radar della base spaziale cinese

La stazione cinese Tiangong-1, in caduta libera e fuori controllo, è stata avvistata da alcuni scienziati tedeschi: a 200 km di quota era ancora intera e con una velocità di rotazione crescente.

La caduta incontrollata - ma sotto stretta sorveglianza - della Tiangong-1 verso l'atmosfera terrestre è finita nel mirino dei radar di alcuni scienziati tedeschi, che ne hanno fornito le immagini finora più accurate. Il team del Fraunhofer Institute for High Frequency Physics and Radar Technology (Fraunhofer FHR) di Wachtberg (Germania) ha utilizzato il radar TIRA (Tracking and Imaging Radar), tra i più potenti al mondo per le osservazioni spaziali, per monitorare la base mentre si trovava all'altezza di 200,5 km al perigeo, cioè nel punto della sua orbita più vicino alla Terra.

I tempi aggiornati. La stazione spaziale, della lunghezza di 10,4 per 3,4 metri di diametro e di una massa stimata attuale di 7.500-7.550 kg, starebbe precipitando alla velocità di 4 km circa al giorno e dovrebbe impattare sulla Terra, secondo le stime dell'ESA, tra la mattina del 31 marzo e la mattina presto del 2 aprile. Le informazioni sulla zona potenzialmente interessata dallo schianto di frammenti non sono cambiate (le trovate qui, a domande e risposte).

La base osservata da una diversa angolazione, mentre ruota su se stessa. © Fraunhofer FHR

Compatta (per ora). La base appare ancora intera e con una velocità di rotazione crescente: al momento dell'acquisizione di queste immagini, completava una rotazione ogni 2 minuti e 43 secondi. L'ingresso in atmosfera dovrebbe iniziare intorno ai 120 km di quota, e i primi pezzi dovrebbero disintegrarsi all'altezza di 80 km circa.

Feste con schianto. Nel weekend di Pasqua, l'intervallo di tempo in cui è dato più probabile il rientro, la base transiterà soprattutto sopra zone ricoperte da oceani; tuttavia rimangono per ora potenzialmente interessate le latitudini comprese tra i +43° e i -43° (+44° e -44°, se si estende l'area interessata dalla possibile caduta di frammenti allontanati da eventuali esplosioni in quota).

28 marzo 2018 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us