Il modulo Tiangong-1 è fuori controllo

Confermata ufficialmente la notizia che avevamo anticipato circa un mese fa, con molta diplomazia: Tiangong-1 ha "terminato il suo lavoro". La verità è che precipita...

sta3
Tiangong-1, il modulo di test per la stazione spaziale cinese, è fuori controllo: precipiterà sulla Terra nel 2017.

Quel che sembrava un sospetto avanzato da un astrofilo americano esperto nell’individuare satelliti in orbita attorno alla Terra, Thomas Dorman, è stato confermato da funzionari cinesi: un modulo di test di un più ampio progetto di stazione spaziale, il Tiangong-1 (Palazzo Celeste), è fuori controllo e sta precipitando sulla Terra. Stando alla situazione attuale, il rientro è previsto per la seconda parte del 2017. Già la settimana scorsa Wu Ping, vice direttore del settore voli spaziali cinesi, aveva affermato che la missione della Tiangong-1 era terminata e che era durata molto più del previsto.

 

Pochi i rischi. Il modulo è stato lanciato nel 2011 e stando ai piani dell’agenzia spaziale cinese avrebbe dovuto rispondere ai comandi da Terra per due anni. Piani abbondantemente rispettati, ma adesso è stato perso il controllo del modulo, che a un certo punto cadrà come un mattone attraverso l’atmosfera. Al momento si trova a 370 chilometri dalla superficie terrestre, poche decine di chilometri al di sotto della Stazione Spaziale Internazionale.

 

La Cina ha da poco lanciato la Tiangong-2 (vedi), un modulo della futura stazione spaziale cinese, che a ottobre dovrebbe ospitare due astronauti.

Spiega Wu che «quando Tiangong raggiungerà la parte più densa dell’atmosfera terrestre, brucerà completamente per via dell'attrito». Secondo Wu è assai improbabile che sulla Terra possano arrivare frammenti grandi.

 

Tutto OK per Tiangong-2. Un po’ di apprensione comunque rimane, perché un rientro incontrollato, cioè senza poter controllare l'angolo di rientro (cosa che garantirebbe la completa combustione del relitto), può riservare delle sorprese, e qualche frammento di grosse dimensioni può comunque arrivare a Terra.

 

 

L’agenzia spaziale cinese ha assicurato che seguirà l'evento minuto per minuto: se ci sarà qualche motivo di preoccupazione emetterà un allarme internazionale.

 

Nel frattempo la Tiangong-2, lanciata pochi giorni or sono è arrivata in orbita prestabilita ed è in attesa del primo equipaggio che arriverà verso la metà di ottobre. Qui sotto, un'infografica illustra il progetto della stazione spaziale cinese.

 

Il progetto della stazione spaziale cinese.
21 Settembre 2016 | Luigi Bignami

Codice Sconto