Spazio

Siamo in piena tempesta solare: ecco cosa aspettarsi (ma niente panico)

Spettacolari aurore boreali ma anche possibili disturbi nelle comunicazioni satellitari: tutte le conseguenze dell'imponente ondata di plasma che sta investendo la Terra.

Potremmo anche non esserci accorti di nulla, ma gli esperti la tengono d'occhio: un'imponente tempesta solare si sta abbattendo sulla Terra proprio in queste ore, e i suoi effetti - dalle meravigliose aurore boreali ai problemi nelle telecomunicazioni e nelle trasmissioni elettriche - non tarderanno ad arrivare.

La gigantesca ondata di plasma è la conseguenza della più grande eruzione solare avvenuta negli ultimi 10 anni: martedì 7 gennaio una macchia solare particolarmente estesa e attiva, denominata AR1944, è comparsa sul Sole provocando un intenso brillamento di classe X (la più alta nella scala delle 5 classi di intensità), subito individuato dal Solar and Heliospheric Observatory della Nasa (SOHO). Il getto di particelle solari è avvenuto proprio in direzione della Terra, nell'emisfero sud del Sole, in una regione attiva dell'estensione di 200.000 chilometri.

Ecco il video del flare catturato da SOHO (il testo continua sotto al filmato):

Nonostante la notevole velocità di avvicinamento delle particelle (2 mila chilometri al secondo) non c'è alcun bisogno di preoccuparsi: le tempeste solari si verificano piuttosto spesso - specie in questo periodo di picco di attività della nostra stella - e possono avere anche alcune conseguenze piacevoli.

Una di queste è la formazione di spettacolari aurore boreali tra stasera e domattina nell'emisfero settentrionale: si vedranno anche dalle più alte latidudini europee (soprattutto da Svezia e Norvegia ma anche da Russia, Scozia ed Estonia, per gli ultimi aggiornamenti sui luoghi migliori per vedere le aurore polari clicca qui).

Gli appassionati di questo fenomeno, causato dall'interazione del plasma solare con il campo magnetico terrestre, potranno partecipare, a marzo, a un viaggio all'inseguimento delle aurore polari organizzato da Focus: sette giorni a bordo del Postale dei Fiordi in Norvegia, guidati dal nostro giornalista ed esperto di Spazio Gianluca Ranzini (tutti i dettagli qui).

L'ondata di particelle solari potrebbe causare già dal mezzogiorno di oggi problemi nelle trasmissioni satellitari e Gps (poiché i satelliti artificiali saranno esposti alle radiazioni in arrivo) e alle linee elettriche. Anche gli aerei che in queste ore devono affrontare rotte polari potrebbero essere costretti a deviare il loro tracciato o ritardare le partenze per evitare eccessive esposizioni alle radiazioni subite durante il volo.

La tempesta ha provocato inoltre l'ennesimo rinvio della partenza della navicella cargo della Orbital Cygnus, destinata al rifornimento della Stazione Spaziale Internazionale. Secondo gli esperti le particelle solari potrebbero interferire con l'equipaggiamento elettronico del velivolo e portare al fallimento del lancio.

Ti potrebbero interessare anche:

Lo spettacolo dell'aurora boreale in time-lapse
Le più belle immagini del Solar Dynamics Observatory
La pioggia infuocata di plasma sul Sole
I più potenti brillamenti solari del 2013: foto e video

Belle e impossibili
VAI ALLA GALLERY (N foto)

Dopo la tempesta, lo spettacolo delle aurore boreali
VAI ALLA GALLERY (N foto)

Il Sole? È un'opera d'arte
VAI ALLA GALLERY (N foto)

9 gennaio 2014 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us