Focus

SpaceX: nel 2022 turisti spaziali sulla Crew Dragon

La space company di Elon Musk ha stretto una partnership con Space Adventures per trasportare quattro ricchi turisti spaziali ben oltre l'orbita della ISS.

Crew Dragon
La Crew Dragon agganciata alla Stazione spaziale durante una missione dimostrativa: la capsula potrà trasportare fino a 7 astronauti, o un gruppo misto di astronauti e privati. | Wikimedia Commons

Ora che è stato accertato che il sistema di fuga della Crew Dragon funziona correttamente, SpaceX ha reso noti i suoi ambiziosi piani per il futuro della capsula spaziale. La compagnia ha siglato un accordo con l'azienda americana Space Adventures per far volare quattro turisti spaziali nella navicella - il primo taxi per la ISS a partire dal suolo americano, dopo la fine dell'era degli Shuttle.

 

Matrimonio combinato. Space Adventures è una veterana del turismo spaziale: dal 2001 al 2009 ha fatto da intermediaria per l'invio di otto turisti sulla ISS, a bordo della capsula Soyuz. Il primo fu l'imprenditore statunitense Dennis Tito, che nel 2001 pagò 20 milioni di dollari per trascorrere sette giorni sulla nostra base orbitante; l'ultimo è stato il fondatore del Cirque du Soleil, Guy Laliberte, nel 2009. SpaceX ha sviluppato la Crew Dragon per trasportare equipaggi umani sulla ISS e sollevare la NASA dalla dipendenza dalla capsula russa Soyuz. Il primo viaggio senza equipaggio si è concluso positivamente nel marzo 2019, e a gennaio 2020 la Dragon ha simulato di poter mettere in salvo la vita dei futuri astronauti in caso di un malfunzionamento del razzo. I primi voli con astronauti dovrebbero avvenire entro l'estate.

I tempi. La crociera spaziale potrebbe essere messa in calendario per il 2021, o per il 2022, dopo l'inizio ufficiale dei voli con astronauti. Stando alle prime dichiarazioni di Eric Anderson, amministratore delegato di Space Adventures, La Crew Dragon porterebbe i viaggiatori paganti a una quota due o tre volte maggiore di quella della ISS (che orbita a circa 400 km dalla Terra), ma quota precisa e durata dell'escursione saranno decise da SpaceX. Il New Scientist scrive di un volo della durata massima di cinque giorni, senza soste sulla ISS e senza privacy: nei 9 metri cubi della Crew Dragon non ci sono aree private per dormire, lavarsi o andare in bagno.

 

spazio ai ricchi. Il costo della "vacanza" non è stato reso noto, ma potrebbe superare i 100 milioni di dollari (92,6 milioni di euro). Per lanciare un Falcon 9 occorrono 62 milioni di dollari (57,4 milioni di euro), ai quali bisognerebbe aggiungere le spese di costruzione di una Crew Dragon nuova e dedicata. Fiutato l'affare, anche la Boeing vorrebbe riservare una frazione dei voli della capsula Starliner ai turisti spaziali privati, ma alcuni sostanziali problemi tecnici nel volo senza equipaggio, lo scorso dicembre, hanno costretto a rimandare le missioni umane a bordo della capsula.

 

1 marzo 2020 | Elisabetta Intini