Spazio

Ryugu: il bombardamento dell'asteroide

A circa 150 milioni di km da noi, sull'asteroide 162173 Ryugu, la sonda Hayabusa 2 ha creato un cratere da cui preleverà materiale da riportare sulla Terra, nel 2021.

La sonda Hayabusa 2, in orbita attorno all'asteroide Ryugu, ha tirato fuori un'altro asso dalla manica. Dopo aver fatto scendere sull'asteroide un piccolo sciame di mini-robot e il rover MASCOT, Hayabusa 2 ha "bombardato" l'asteroide per portare alla luce gli strati più interni e antichi. A breve atterrerà nel cratere artificiale e preleverà un campione di quel materiale esposto, che gli scienziati ritengono inalterato dagli albori del Sistema Solare.

Cannone spaziale. La sonda aveva già bersagliato l'asteroide, ma adesso si trattava di creare un "vero" cratere, grazie a un impattatore (vedi il video qui sotto), che non è un proiettile o una bomba, ma un cannone. Dopo essere stato sganciato a 500 metri di altezza, l'impattatore ha aspettato che la sonda madre fosse dall'altro lato dell'asteroide per sparare un proiettile alla velocità di 7.200 km/h.

Jaxa, Hayabusa2, Hayabusa 2, asteroidi, Ryugu
Clic sull'immagine per ingrandirla: nel piccolo riquadro bianco si intravede il pennacchio dell'esplosione dietro l'orizzonte di Ryugu. L'immagine è stata scattata da Hayabusa 2 circa 40 minuti dopo aver sganciato l'impattatore. © Jaxa

L'Hayabusa 2, protetta dal corpo dell'asteroide, non ha ripreso l'impatto. Con la sonda nel cratere artificiale, il materiale prelevato sarà custodito al suo interno fino al 2021, anno in cui è previsto il suo rientro sulla Terra.

Primi passi. A missione conclusa potremo conoscere meglio la natura di questi oggetti, che tra fine aprile e inizio di maggio 2019 sono anche oggetto di una complessa simulazione globale di collisione con la Terra. Ancora di più: questo fossile celeste potrà raccontarci molto della formazione del Sistema Solare.

30 aprile 2019 Davide Lizzani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us