Spazio

Il telescopio Webb "vede" il futuro: il Sole inghiottirà i pianeti interni del Sistema solare

Osservazioni del telescopio spaziale Webb aprono uno squarcio sul futuro del Sistema solare: Venere, Mercurio e forse la Terra saranno inghiottiti dal Sole.

Il telescopio spaziale James Webb della NASA ci ha offerto una visione in anteprima sul futuro del nostro sistema solare. In estrema sintesi, secondo gli astronomi che hanno utilizzato dati raccolti dal JWST, fra 5 miliardi di anni, quando il Sole, dopo essere diventato una stella "gigante rossa" (grande 100 volte più di adesso), si starà trasformando una "nana bianca" delle dimensioni della Terra, allora "inghiottirà" il pianeta Mercurio, molto probabilmente Venere e forse anche la Terra stessa. 

Dal cannibalismo si salveranno certamente i pianeti più esterni, a partire da Giove, ma questi potrebbero essere allontanati rispetto alla posizione attuale o addirittura espulsi dal Sistema Solare. 

A queste conclusioni gli astronomi sono giunti, si diceva, utilizzando il telescopio spaziale James Webb della NASA, che ha  "fotografato" per la prima volta pianeti su orbite, simili a quelle dei pianeti del nostro Sistema solare, attorno a stelle "nane bianche". In particolare i pianeti esaminati seguono orbite simili a quelle dei pianeti giganti del Sistema solare esterno, grandi abbastanza da riuscire sfuggire all'inferno di quando la stella era una gigante rossa.

Che c'è di interessante. Le nane bianche sono stelle interessanti per cercare i pianeti extrasolari perché brillano solo con l'uno per cento della luminosità del Sole. Ciò rende più semplice per i telescopi bloccare la luce della stella per rivelare il debole bagliore dei pianeti circostanti. Susan Mullally, astronoma dello Space Telescope Science Institute, e i suoi colleghi hanno utilizzato JWST per studiare quattro nane bianche vicine entro 75 anni luce dalla Terra. Intorno a due nane bianche, il gruppo di astronomi ha individuato oggetti che sembrano essere pianeti. 

Uno possiede 1,3 volte la massa di Giove e segue un'orbita simile a quella di Saturno attorno alla sua stella. L'altro ha 2,5 volte la massa di Giove e un'orbita leggermente più grande di quella di Nettuno. Spiega Mullally: «Questa è la prima vera indicazione che pianeti come Giove e Saturno possono sopravvivere all'evoluzione del loro Sole mentre questo si trasforma in una nana bianca». Mullally e i suoi colleghi hanno pubblicato l'articolo sul server di arXiv (una piattaforma che raccoglie bozze finali di articoli pronti per la stampa su riviste scientifiche) che è stato accettato per la pubblicazione su The Astrophysical Journal Letters.

Una novità. Prima di questo studio si avevano solo indizi di pianeti sopravvissuti attorno a nane bianche debolmente luminose.

 Ciò succede soprattutto quando tali stelle vengono oscurate periodicamente perché eclissate dai pianeti in orbita attorno ad esse. Nel 2011 il telescopio spaziale Spitzer della NASA aveva individuato direttamente un potenziale pianeta in orbita attorno a una nana bianca con un'orbita enorme, 2.500 volte la distanza Terra-Sole e ciò aveva lasciato gli astornomi un po' perplessi. Pianeti più vicini, con orbite più simili a quelle di Giove e Saturno, non erano stati rilevati fino alle osservazione del telescopio Webb.

5 febbraio 2024 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us