Scoppio ravvicinato

I nuovi calcoli della NASA sono un po' più confortanti. Un incontro ravvicinato della Terra con una supernova sarebbe dannoso per il nostro pianeta e il suo strato di ozono solo se le distanze...

2003110121933_5
Scoppio ravvicinato
I nuovi calcoli della NASA sono un po' più confortanti. Un incontro ravvicinato della Terra con una supernova sarebbe dannoso per il nostro pianeta e il suo strato di ozono solo se le distanze fossero particolarmente "ravvicinate": non più i 55 anni-luce affermati in precedenza. La supernova, cioè lo scoppio di una stella con massa almeno due volte maggiore di quella del Sole, dovrebbe avvenire a soli 26 anni-luce dalla Terra. Un evento che si presume possa avvenire solo ogni 670 milioni di anni e che provocherebbe la riduzione del 4 per cento dello strato di ozono, con il conseguente raddoppio dei casi di cancro dovuto alle radiazioni UV.
Nella foto quel che rimane della supernova Cassiopea A.
© Nasa
13 Gennaio 2003 | Anita Rubini