Spazio

Scoperta la vita su Marte? Focus spiega l'annuncio della Nasa

Trovate su Marte molecole organiche, annuncia Charles Elachi, direttore del Jet Propulsion Laborator. Ma molecole simili - organiche ma non biologiche - si trovano anche su asteroidi, nubi cosmiche e altri corpi celesti. Ecco perché occorre fare un po' di chiarezza sull'indiscrezione.

«Forse abbiamo trovato delle molecole organiche su Marte». È la notizia del giorno che rimbalza su Internet e su Twitter. Lo ha dichiarato Charles Elachi, direttore del Jet Propulsion Laboratory della Nasa a Pasadena in una conferenza all’Università La Sapienza di Roma. Ma ha precisato: «Organiche, non biologiche», per sottolineare che non si è trovata la vita, motivo che spinge all'esplorazione marziana.

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza
L’annuncio è interessante, ma ancora niente di sconvolgente. Le molecole organiche infatti non sono specifiche della vita; sono presenti in tutto l’universo, tanto che sono state scoperte anche in nubi interstellari e asteroidi particolari, definiti condriti carbonacee. Il fatto di contenere queste molecole quindi non significa affatto che nelle nubi interstellari o negli asteroidi ci sia la vita. La stessa affermazione che si può fare per eventuali composti organici trovati su Marte.
[Guarda le ultime foto di Curiosity]

Le voci su Intenet
Ma la notizia ha subito scatenato l’isteria della rete e dei giornali online. Anche perché da giorni gira la notizia che Curiosity avrebbe fatto una scoperta epocale. «Curiosity ha trovato qualcosa di grosso su Marte», dicono le voci, alimentate da alcune dichiarazioni della Nasa, come quello che si legge qua (un’intervista alla National Public Radio statunitense, di cui raccontiamo qui).
Poiché lo strumento della sonda che avrebbe ricevuto dati interessanti è il SAM (Sample analysis at Mars) che ha il compito di rilevare composti organici, il passo successivo è quello di pensare che siano stati scoperti queste molecole. Poiché per organici si intendono composti del carbonio, gli stessi che formano gli organismi viventi, la conclusione logica è che su Marte ci sia vita.
[Lo speciale con tutte le notizie da Curiosity]

La conferenza stampa di lunedì
Niente di certo, per ora, perché il tutto dovrebbe essere spiegato in una conferenza stampa che si terrà lunedì alle 9 di mattina (ora di San Francisco) durante il meeting annuale dell'American Geophysical Union. E che Focus.it seguirà in diretta anche se siamo dell’idea (ma speriamo che i fatti ci smentiscano) che un annuncio epocale non verrebbe confinato a una conferenza stampa programmata da mesi durante un convegno, ma verrebbe dato nel quartiere generale della Nasa a Washinghton. E a gettare acqua sul fuoco ci ha pensato la stessa curiosity che da Marte ha inviato questo tweet: Che cosa ho scoperto su Marte? Le voci corrono velocemente su Internet. Il mio team considera che tutta la missione "entrerà nei libri di storia".

What did I discover on Mars? That rumors spread fast online. My team considers this whole mission "one for the history books"

— Curiosity Rover (@MarsCuriosity) Novembre 21, 2012

28 novembre 2012 Marco Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us