Satellite russo sale e scende misteriosamente. Gli Usa sospettano abbia scopi militari

Gli americani sospettano che si tratti di un satellite militare che, in teoria, potrebbe anche attaccare Paesi nemici. Ma al momento non hanno prove e... difficilmente potranno averne.

kosmos
Un satellite della serie Kosmos.|Roscosmos

Mentre state leggendo queste righe, sulla vostra testa stanno passando decine e decine di satelliti, per ognuno dei quali conosciamo ogni dettaglio, dalla traiettoria (velocità, altitudine ecc.) alle finalità. Vale per tutti, tranne che per uno, un  po' misterioso, per il quale il Dipartimento di Stato americano ha recentemente manifestato una certa apprensione. Dovrebbe trattarsi di un non meglio specificato satellite russo, che ha destato sospetti per il suo comportamento, anomalo rispetto a quello degli altri satelliti  osservabili.

 

Montagne russe spaziali. In particolare, secondo quanto dichiarato alle Nazioni Unite da Yleem DS Poblete, segretario americano per il controllo degli armamenti, il satellite russo nella sua orbita varierebbe continuamente l'altitudine, abbassandosi e rialzandosi in modo inusuale. E non bastano certamente le rassicurazioni dei russi, i quali hanno bollato come diffamatorie le accuse mosse dagli Usa, spiegando che si tratta di un satellite "ispettore di apparati spaziali".

 

L'orbita del satellite sotto accusa da parte degli americani | Roscosmos

Vietato avvicinarsi. Saliscendi a parte, il comportamento del satellite – che secondo alcuni organi di stampa americani potrebbe essere il Kosmos 2521, posizionato in orbita nell'agosto 2017 dal satellite-madre Kosmos 2519, nell’agosto del 2017 – non ha tuttavia dato altri motivi di preoccupazione. E nemmeno si può andare a controllare da vicino, visto che esiste un trattato (PPWT, che previene la proliferazione di armi nello spazio) che impedisce di avvicinarsi a un satellite per indagare sulle sue caratteristiche.

Niente di nuovo. A dire il vero l'episodio, che avviene proprio pochi giorni dopo l'affermazione del presidente americano Trump che ribadisce la volontà di creare una forza armata spaziale Usa entro il 2020, non è inedito: non è la prima volta, infatti, che un satellite viene identificato come ostile, ma finora nessuno di essi ha mai provocato danni o incidenti dallo spazio.

 

18 Agosto 2018 | Luigi Bignami