Spazio

Anche Rosetta scende sulla cometa, nel 2016

L'Agenzia spaziale europea ha deciso di prolungare la missione fino al 2016, quando si cercherà di portare la sonda sulla superficie della cometa 67/P Churyumov-Gerasimenko.

Al termine della missione, nel 2016, Rosetta si adagerà lentamente sulla superficie della cometa che avrà studiato per oltre due anni. In quelle ultime fasi raccoglierà il maggior numero di informazioni possibile, sia in avvicinamento sia dalla superficie. E lì terminerà la sua vita per rimanere in “eterno” accanto al suo lander, Philae, che ha portato con sé fino alla cometa, dove è sceso lo scorso novembre.

Rosetta come appariva all'occhio di Rosetta il 5 giugno

Fino al 2016. Ieri (23 giugno) l’Agenzia spaziale europea ha deciso di prolungare la missione Rosetta fino al 2016, anziché abbandonarla a dicembre 2015, come stabilito dal programma. La sonda è giunta a destinazione, attorno a 67/P Churyumov-Gerasimenko, nell’agosto del 2014 e da allora è iniziata una lunga e importante raccolta di dati che tuttora prosegue.

«È una notizia fantastica: spostare in là il termine della missione significa poter monitorare il comportamento della cometa quando andrà spegnendosi, dopo il passaggio vicino al Sole, che avverrà in agosto”, ha commentato Matt Taylor, astrofisico del team Esa del progetto Rosetta.

Il limite del 2016 ha una sua logica. Da un lato, a ottobre di quell’anno Rosetta e la cometa passeranno ancora molto vicino al Sole e questo renderà difficili le comunicazioni con la Terra. Poi perché, più avanti, si troverà via via sempre più lontana dal Sole e ciò renderà problematica la ricarica delle batterie, che funzionano a energia solare.

E Philae? Nel frattempo si cerca di dare continuità alle comunicazioni con il lander, che si trova sulla superficie della cometa. E proseguono le ricerche per localizzare con precisione la sua posizione, che al momento non è nota con certezza.

Il possibile luogo di atterraggio di Phiale. Potrebbe essere la macchia bianca che si vede nella seconda e nella terza fotografia
24 giugno 2015 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us