Spazio

I due lobi della cometa

Una immagine ravvicinata elaborata a colori da Giuseppe Conzo, lettore di Focus, mostra quanto siano diverse le due parti della cometa Churyumov-Gerasimenko.

Prosegue il conto alla rovescia per Rosetta, la sonda dell'Agenzia spaziale europea (Esa) in orbita attorno alla cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko dal 2014: attorno alla fine di settembre, prima di uscire definitivamente dalla zona dove può ancora sfruttare l'energia solare e perciò rispondere ai comandi del controllo missione, verrà tentato un atterraggio sulla cometa per raccogliere e trasmettere a Terra informazioni e immagini di inestimabile valore scientifico.

Nel frattempo, e per molti anni, proseguono gli studi sui dati e sulle immagini inviate a Terra in questi mesi.

Questa immagine, composta da una serie ripresa nel marzo del 2015 da circa 85 km di altezza (poco più della distanza tra Milano e Piacenza), è stata elaborata da Giuseppe Conzo (del gruppo PACA_Rosetta67P) utilizzando e unendo i filtri NIR (filtro nel vicino infrarosso), Orange (componente simile al filtro rosso ma con banda più larga) e Blue (classico filtro blu) prodotti dalla camera OSISRIS (NAC Camera) della sonda Rosetta.

«L'elaborazione», spiega Conzo, «per ottenere una singola immagine a colori è stata molto difficile, in quanto tra una foto e l'altra la rotazione, sia della sonda sia della cometa, ha generato uno spostamento traslativo e rotativo molto accentuato dell'area inquadrata.»

Il risultato è di grande interesse scientifico: si riesce a distinguere molto chiaramente la diversa natura dei due lobi della cometa che, come ormai sappiamo, si sono uniti in un'impatto soft.

15 luglio 2016 Raymond Zreick
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us