Focus

Rosetta e la cometa Vai allo speciale

Rosetta a 300 km dalla cometa

Rosetta e Philae sono a meno di 300 km da Churyumov-Gerasimenko, pronti a entrare in orbita: un evento storico dell'esplorazione spaziale!

Rosetta è più vicina alla cometa di quanto la Stazione spaziale internazionale sia alla Terra! I responsabili della missione stanno ultimando le manovre che domani, 6 agosto, permetteranno alla navicella spaziale di entrare in orbita attorno al nucleo cometario. Tra poche ore, quindi, dalla stazione di controllo di Darmstadt (Germania) verranno inviati alla sonda i segnali per l'accensione del motore principale, che permetterà di effettuare la Close Approach Trajectory - Insertion (CATI), cioè l'immissione della sonda nella traiettoria finale per l'orbita.

 

Immagini del nucleo della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko riprese dalla telecamera di navigazione (NAVCAM) di Rosetta rispettivamente l'1, il 2 e il 3 agosto, da 1.026, 500 e 300 km. | Esa/Rosetta/NAVCAM Collage/Processing: Ken Kremer/Marco Di Lorenzo

 

Questa manovra porterà Rosetta praticamente alla stessa velocità della cometa (55.000 km/h) e la inserirà in un'orbita iniziale a una distanza di 100 km dal nucleo, che sarà poi portata a 25-30 km. Da questa seconda quota verrà scelto il sito su cui il prossimo novembre sarà fatto accometare il modulo di atterraggio (lander) Philae. Poco prima del rilascio di Philae, Rosetta si porterà a meno di 2,5 km dalla superficie della cometa.

 

Dopo un viaggio interplanetario di quasi 6,5 miliardi di km, l'obiettivo principale della missione, costata 1,3 miliardi di euro, è stato quindi raggiunto con pieno successo. La prossima grande sfida sarà quella di far posare senza danni Philae sulla superficie estremamente sconnessa e disomogenea del nucleo, un'operazione mai effettuata prima nella storia dell'esplorazione spaziale del Sistema Solare. La missione avrà una durata di almeno 17 mesi.

 

FOTOGRAFIE DALLO SPAZIO E DAL SISTEMA SOLARE

 

Le tappe di Rosetta
VAI ALLA GALLERY (N foto)

 

Figli delle stelle: le prime foto dell'Astronomy Photographer Of The Year 2014
VAI ALLA GALLERY (N foto)

 

Giove, il gigante del Sistema Solare
VAI ALLA GALLERY (N foto)

 

La cometa ISON mostra la coda: le foto spettacolari
VAI ALLA GALLERY (N foto)

 

5 agosto 2014 | Mario Di Martino