Spazio

Un frammento di razzo cinese in caduta libera verso la Terra: dobbiamo preoccuparci?

Un frammento del razzo cinese Lunga Marcia 5B, che ha messo in orbita un componente della futura stazione spaziale cinese, sta rientrando in modo incontrollato sulla Terra.

Una parte di un razzo cinese, lanciato il 29 aprile 2021, è fuori controllo, sta gradualmente perdendo quota e, almeno per quanto riguarda qualche suo componente, c'è la possibilità che finisca per ricadere nei prossimi giorni sulla Terra.

Dove cadrà? Si tratta dello stadio centrale del razzo cinese Lunga Marcia 5B, che ha portato in orbita il cuore della Stazione Spaziale Cinese. Dove potrebbe cadere? Difficile fare una stima al momento. Jonathan McDowell, un astronomo che tra le sue attività segue gli oggetti in orbita terrestre, ha notato che la traiettoria del razzo spazia in una fascia di latitudine  che comprende «New York, Madrid, Pechino, per scendere verso il sud del Cile e sopra Wellingotn, in Nuova Zelanda».

La sua discesa lo potrebbe portare su una di queste aree, alcune abitate, altre desertiche, anche se vale la pena ricordare che gran parte di questi grossi oggetti finiscono bruciati nell'atmosfera. Attraverso i radar che seguono gli oggetti attorno alla Terra, si è potuto stabilire che questo grosso detrito spaziale misura circa 30 metri di lunghezza e viaggia ad una velocità di circa 23.400 chilometri orari. Si trova già ad una quota inferiore ai 160 chilometri e ciò significa che risente già molto dell'attrito degli strati superiori dell'atmosfera. 

Dopo tanti successi... Per l'agenzia spaziale cinese si tratta di un inconveniente che arriva dopo una serie di grandi successi, come il rientro trionfale, a fine 2020, della sonda Chang'E-5, che ha riportato a Terra campioni di suolo lunare, seguito dal perfetto inserimento della sonda Tianwen-1 nell'orbita marziana, fino al recente annuncio di un futuro razzo (Lunga Marcia 9) che promette prestazioni davvero notevoli.

E non è la prima volta che ci troviamo davanti alla possibilità che qualche detrito spaziale cinese finisca per precipitare sulla Terra: qualche anno fa in tanti seguirono col fiato sospeso la… dismissione della prima versione della Stazione spaziale cinese Tiangong-1, mentre è più recente la notizia del rientro incontrollato (ma senza danni) dello stadio di un altro razzo Lunga Marcia 5B, nel maggio del 2020.

La stazione futura. Il razzo protagonista delle notizie di questi giorni, ha portato nello spazio il modulo denominato "Tianhe" o "Armonia del Cielo" che diverrà l'abitazione di tre membri dell'equipaggio una volta che la struttura spaziale sarà ingrandita. La stazione orbitante, nota come Tiangong (Palazzo Celeste), dovrebbe essere terminata entro il 2022 dopo il lancio di vari moduli e un telescopio.

Graviterà attorno al nostro Pianeta ad una quota di circa 380 chilometri. 

Cosa dobbiamo aspettarci per i prossimi giorni? Stando a Holger Krag, Capo dell'Ufficio del Programma per la Sicurezza Spaziale dell'Agenzia Spaziale Europea, è difficile valutare quanto materiale potrà arrivare a Terra dopo l'attraversamento dell'atmosfera, tuttavia non è da escludere che ne possa sopravvivere anche il 40 per cento. Dove, nel caso? Solo nelle prossime ore sarà possibile valutare l'effetto freno dell'atmosfera e definire con maggiore precisione le fasce di latitudine dove il frammento del razzo potrà cadere.

4 maggio 2021 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us