Spazio

Pulci tecnologiche

Sono i nanosensori. Verranno inseriti nel sangue degli astronauti per sapere come stanno.

Pulci tecnologiche
Sono i nanosensori. Verranno inseriti nel sangue degli astronauti per sapere come stanno.

Nanosensori in un vaso sanguigno.
Nanosensori in un vaso sanguigno.

Gli astronauti del futuro, avranno il sangue ad alta tecnologia: viaggeranno con un piccolo detector inserito nei globuli bianchi, e sarà il loro corpo a segnalare alla base i disagi dovuti, per esempio, a una elevata esposizione alle radiazioni cosmiche. Dovranno solo affacciarsi a un rilevatore ottico della retina, una parte ricca di capillari sanguigni. Il dispositivo conterrà un marcatore fluorescente che si attiverà in caso di problemi e verrà "visto" dal lettore. Verrà fabbricato con una miscela di polimeri sintetici dal Medical School's center for biologic nanotecnology in collaborazione con la Nasa, avrà la forma di una sfera e dimensioni inferiori a 5 nanometri (un miliardesimo di metro).
Attraverso gli ostacoli. Rispetto ad altri sistemi diagnostici, i nanosensori hanno degli enormi vantaggi: non provocano infiammazioni, come può capitare invece con sensori interni attualmente disponibili, più grandi e invadenti, e rendono superati i tradizionali prelievi del sangue, il sistema più utilizzato finora per rilevare le patologie dovute alla permanenza nello spazio. Sono così piccoli che riescono a passare attraverso le membrane cellulari delle cellule, e possono essere sparati direttamente nella pelle, evitando così ogni tipo di iniezione.

17 luglio 2002
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us