Spazio

Il più grande radiotelescopio al mondo

Costruito in Cina in una valle carsica, è costato 180 milioni di dollari. Permetterà di studiare l’Universo e di cercare segnali di eventuali civiltà estraterrestri.

La Cina ha montato l'ultimo pezzo di quello che è il più grande radiotelescopio al mondo, in attività a partire dal prossimo settembre. Il Five-hundred-meter Aperture Spherical Telescope (FAST) ha un diametro di 500 metri: la parabola, composta da 4.450 pannelli, potrebbe contenere 30 campi da calcio. Lo scopo di questo gigante della tecnologia è duplice: da un lato studiare l'Universo attraverso le onde radio, in particolare la presenza dell'idrogeno neutro nelle galassie più lontane e le pulsar (stelle di neutroni) più deboli, dall'altro cercare eventuali segnali di civiltà extraterrestri.

La posa dell'ultimo pannello di FAST: il radiotelescopio è stato terminato in 5 anni e mezzo. © (Xinhua/Ou Dongqu

Fatto in casa. Il FAST è costruito in una valle carsica in prossimità di Pingtang, nella provincia sud-occidentale di Guizhou. Inizialmente il telescopio verrà gestito solo da tecnici e scienziati cinesi, che oltre ad avviare le ricerche programmate sono preparati a gestire gli eventuali problemi che potrebbero sorgere con l'accensione dello strumento. Tra due anni è invece prevista l'apertura a ricercatori di tutto il mondo, grazie anche alla possibilità di gestire da remoto il radiotelescopio e i suoi strumenti.

Il FAST è stato in gran parte costruito in Cina, a partire dai 7 ricevitori che sono il cuore del radiotelescopio. La costruzione ha richiesto circa 5 anni di lavoro ed è realmente un record per uno strumento di queste dimensioni (prima del FAST il più grande radiotelescopio al mondo era quello di Arecibo, a Porto Rico, con un diametro di 300 metri).

L'operazione conferma il grande interesse della Cina per la ricerca astronomica, che si affianca a quella astronautica. Prima della fine dell'anno l'Agenzia spaziale cinese lancerà una nuova versione del suo modulo spaziale, e poi un equipaggio che lo abiterà per un periodo di tempo non specificato. In più, archiviata la missione del rover Yutu, si parla adesso di una nuova missione sulla Luna.

6 luglio 2016 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us