Spazio

La navicella cargo Progress è fuori controllo

La capsula russa usata per trasportare rifornimenti verso la ISS ha preso a roteare in modo incontrollato subito dopo il lancio. Nessun pericolo per la Stazione Spaziale, ma l'aggancio è saltato e la navicella si dirige verso la Terra. 

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

La navicella russa Progress M-27M (Progress 59), partita il 28 aprile 2015 dal cosmodromo di Baikonur (Kazakistan) alla volta della ISS, è in avaria e al momento fuori controllo.

Poco dopo il lancio il cargo, che trasporta oltre 2.720 chili di cibo, acqua, carburante e abiti per gli astronauti della base spaziale, ha preso a roteare vorticosamente e in modo incontrollato intorno al proprio asse, come si vede in questo video.

Perdita delle comunicazioni. I controllori di volo della missione hanno avuto conferma del corretto dispiegamento dei pannelli solari, ma non delle antenne di navigazione. Ci sarebbero problemi anche nel trasferimento dati a Terra e al sistema di propulsione.

Appuntamento mancato. I problemi tecnici hanno portato a un rinvio dei tentativi di aggancio, che sarebbero dovuti avvenire a 6 ore e 4 orbite dalla partenza, a giovedì, dopo 48 ore e 34 orbite, come previsto nei normali piani di backup di missioni di questo tipo.

Nessun rischio - ma solo un'attesa più lunga - per gli astronauti della ISS, che hanno comunque provviste a sufficienza per diversi mesi.

Le ultime notizie, putroppo, confermano che la navicella è ormai fuori controllo e in fase di discesa verso Terra.

29 aprile 2015 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us