Spazio

La navicella cargo Progress è fuori controllo

La capsula russa usata per trasportare rifornimenti verso la ISS ha preso a roteare in modo incontrollato subito dopo il lancio. Nessun pericolo per la Stazione Spaziale, ma l'aggancio è saltato e la navicella si dirige verso la Terra. 

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

La navicella russa Progress M-27M (Progress 59), partita il 28 aprile 2015 dal cosmodromo di Baikonur (Kazakistan) alla volta della ISS, è in avaria e al momento fuori controllo.

Poco dopo il lancio il cargo, che trasporta oltre 2.720 chili di cibo, acqua, carburante e abiti per gli astronauti della base spaziale, ha preso a roteare vorticosamente e in modo incontrollato intorno al proprio asse, come si vede in questo video.

Perdita delle comunicazioni. I controllori di volo della missione hanno avuto conferma del corretto dispiegamento dei pannelli solari, ma non delle antenne di navigazione. Ci sarebbero problemi anche nel trasferimento dati a Terra e al sistema di propulsione.

Appuntamento mancato. I problemi tecnici hanno portato a un rinvio dei tentativi di aggancio, che sarebbero dovuti avvenire a 6 ore e 4 orbite dalla partenza, a giovedì, dopo 48 ore e 34 orbite, come previsto nei normali piani di backup di missioni di questo tipo.

Nessun rischio - ma solo un'attesa più lunga - per gli astronauti della ISS, che hanno comunque provviste a sufficienza per diversi mesi.

Le ultime notizie, putroppo, confermano che la navicella è ormai fuori controllo e in fase di discesa verso Terra.

29 aprile 2015 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Oggi il presidente ucraino Zelensky, ieri l'imperatore Claudio, la contessa-guerriera Caterina Sforza, il sindacalista Lech Walesa, il sovrano Giorgio VI... Tutti leader per caso (o per forza) che le circostanze hanno spinto a mettersi in gioco per cambiare il corso della Storia. E ancora: nella Urbino di Federico da Montefeltro, un grande protagonista del Rinascimento; 30 anni fa, la morte di Giovanni Falcone a Capaci; lo scandalo Watergate che costrinse il presidente Nixon alle dimissioni; i misteri, mai risolti, attorno all'omicidio di Giovanni Borgia.

ABBONATI A 29,90€

Il mare è vita eppure lo stiamo sfruttando e inquinando rischiando il collasso dell’ecosistema globale. Per salvarlo dobbiamo intervenire. Come? Inoltre: perché è difficile prendere decisioni; esiste l'archivio globale dei volti; come interagire con complottisti e negazionisti; perché i traumi di guerra sono psicologicamente pesanti.

ABBONATI A 31,90€
Follow us