Spazio

Previsioni del tempo sui pianeti extrasolari

La combinazione di dati del telescopio spaziale Kepler con simulazioni al computer hanno permesso di ipotizzare la distribuzione nuvolosa e la temperatura superficiale.

Le previsioni del tempo sui pianeti extrasolari di "classe" Hot Jupiters, perché con dimensioni simili o superiori a Giove ma con temperature molto elevate, potrebbero suonare più o meno così: nuvolosità notturna e giornate soleggiate, con temperature che possono raggiungere i 1.300 °C, e forti venti locali.

Per capire come si arriva a questo risultato bisogna risalire al lavoro di un gruppo internazionale di ricercatori che ha combinato i dati provenienti dal telescopio spaziale Kepler (quello che cerca esopianeti) con i modelli previsionali sviluppati dalla Nasa per avere un quadro della possibile copertura nuvolosa di pianeti molto caldi e troppo lontani per poterli osservare con qualsiasi telescopio spaziale o terrestre.

La faccia rivolta al sole potrebbe non avere nuvole, che sarebbero invece molto dense sul lato notturno. Con venti spaventosi nella zona di confine tra giorno e notte.

Il meteo facile. I pianeti gioviani caldi vicini alle loro stelle risultano avere una rotazione sincrona: mostrano cioè alla propria stella sempre la stessa faccia, come la Luna con la Terra.

Il "lato diurno" di questi pianeti dovrebbe essere costantemente e per lo più libero da nuvole, mentre quello notturno sarebbe pesantemente coperto da nubi.

L’elaborazione dei dati ha permesso anche di affermare che lungo il bordo notte/giorno, dove l'escursione termica dovrebbe essere elevatissima, devono esserci venti molto violenti.

Il colore dei pianeti Hot Jupiter a seconda della composizione delle nubi e delle temperature (qui in gradi Kelvin).

«Su quei mondi la formazione di nubi non ha paragoni con ciò che conosciamo nel Sistema Solare», commenta Vivien Parmentier (università dell'Arizona), autore principale dello studio. La distribuzione e la composizione delle nuvole dipendono soprattutto dalla temperatura. Paradossalmente, però, data la stabilità della rotazione del pianeta attorno alla stella, mostrando sempre la medesima faccia, le previsioni meteorologiche sono più semplici da fare rispetto a quelle che si potrebbero realizzare per Giove, che ruota molto velocemente su se stesso.

Colori a occhio nudo. La ricerca ha permesso anche di ipotizzare come potrebbero mostrarsi i pianeti a un ipotetico viaggiatore che vi si avvicinasse: in base alla composizione dell’atmosfera e alla temperatura potrebbero assumere colori che vanno dal grigio, al rosso, al blu intenso.

21 ottobre 2016 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us