Poche speranze per ET

steven_spielberg_et_go_home

Se, stufi dei vostri amici, stavate aspettando che qualche alieno si facesse vivo, da oltre il sistema solare, per invitarlo a cena… Sappiate che secondo qualcuno, le speranze di trovare la vita su qualche pianeta lontano, sono davvero al lumicino. Il problema, secondo alcuni ricercatori dell’università di East Anglia di Norwich in Inghilterra, è la mancanza di ossigeno nell’atmosfera degli altri pianeti.
Quando i primi batteri, quasi 3 miliardi di anni fa, hanno fatto il loro “debutto” sul nostro pianeta, questo era ancora abbastanza povero di ossigeno. Secondo un modello sviluppato dagli scienziati inglesi, il salto è avvenuto quando l’ossigeno ha raggiunto un punto critico e ha permesso la formazione dell’ozono, che blocca i raggi ultravioletti, consentendo la crescita dell’ossigeno nell’atmosfera. Solo così, è stato possibile che sulla Terra si sviluppassero anche altre forme di vita. 
Ma non è detto che queste condizioni si creino anche su un altro pianeta. Che potrebbe anche rimanere con livelli di ossigeno bassissimi, senza mai raggiungere il punto critico, utile a fare il salto di qualità che ha fatto la Terra. Rimanendo “abbandonato” per miliardi di anni.

12 Ottobre 2006