Scienza

Plutone e New Horizons, è il giorno del fly-by

Il momento del sorvolo di Plutone è finalmente arrivato: alla periferia del Sistema Solare, la sonda New Horizons è pronta allo storico fly-by, che Google celebra in un Doodle. Ecco che cosa ha scoperto, e che cosa dobbiamo aspettarci nelle prossime ore.

Ci siamo. Oggi 14 luglio, alle 13:49:57 ora italiana, transiteremo a un passo (in termini astronomici) da uno dei corpi più remoti e misteriosi del Sistema Solare.

Anche Google celebra lo storico fly-by.

New Horizons passerà a 12.500 km dalla superficie di Plutone, in un fly-by storico (e non privo di rischi) che ci sta già restituendo importantissime informazioni scientifiche sul pianeta nano e il suo principale satellite, Caronte.

L'evento, che da ieri stiamo documentando passo per passo, è celebrato anche nel Doodle di oggi.

Più grande del previsto. Le immagini inviate dalla sonda sono già servite a ridefinire le misure di Plutone, il cui raggio è di 1185 +/- 10 km (il diametro misura quindi 2370 +/- 20 km). Questa scoperta ha implicazioni di rilievo: Plutone è più grande di Eris (un altro grande pianeta nano del Sistema Solare, del diametro di 2336 +/- 12 km) ed è quindi l'oggetto più grande della Fascia di Kuiper.

Più ghiacciato. Un diametro più grande equivale a una minore densità e quindi a una maggiore percentuale di ghiaccio rispetto alla roccia di quanto si credesse. Allo stesso tempo, l'atmosfera di Plutone è più sottile di quanto si pensasse. Il diametro di Caronte (più facile da calcolare per la non interferenza dell'atmosfera) è invece di 602,4 +/- 1.6 km).

I primi dati in arrivo da New Horizons rivelano anche che Plutone ha una calotta polare ghiacciata, la cui composizione (probabilmente a base di ghiacci di metano e azoto) è molto diversa da quella delle aree più scure notate nei giorni scorse.

L'atmosfera. New Horizons ha inoltre individuato molecole di azoto sfuggire dall'atmosfera di Plutone quando si trovava a 5 giorni dal fly-by, e a circa 6 milioni di km di distanza dal pianeta nano. Ci si aspettava di trovarle 24-48 ore più tardi: ciò può significare che la loro fonte fosse più consistente di quanto si credesse, o che si sono concentrate per qualche ragione sul percorso della sonda.

I rischi. A proposito della sonda: è possibile che New Horizons possa colpire, nel suo passaggio, una luna finora sconosciuta, o che entri in contatto con pulviscolo e piccoli corpi celesti che possano comprometterne il funzionamento. Non è che gli esperti di missione non ci dormano la notte, ma il rischio c'è. Nella notte tra oggi e domani New Horizons manderà un semplice BIP per far sapere che tutto è andato bene.

In queste ore ha interrotto ogni comunicazione con la Terra per raccogliere più dati (per i tempi di rilascio delle immagini, e la timeline del passaggio, leggi qui).

Le foto. Nel frattempo continuano ad arrivare immagini sempre più dettagliate di Plutone e Caronte. Il motivo per cui il grande pubblico riceve più immagini in bianco e nero è che le immagini a colori sono più "costose" in termini di bit da ricevere e scaricare (sulla velocità di download della sonda, molto più lenta di una normale connessione di casa, vedi qui). Ecco perché finora abbiamo visto molte foto in bianco e nero dello strumento LORRI della sonda.

Un nuovo ritratto. Occorreranno comunque 16 mesi prima che tutti i dati raccolti dalla sonda vengano scaricati. Immagini mai viste del pianeta e delle sue lune potrebbero quindi arrivare anche tra molto tempo. Intanto, sembra che una nuova, spettacolare foto a colori di Plutone e Caronte ritratti l'uno a fianco all'altro sarà diffusa oggi in una conferenza stampa alle 14.00 ora italiana.

I responsabili di missione che hanno già avuto modo di vederla hanno twittato commenti entusiasti, pieni di "Wow" o addirittura senza parole. Appena sarà pubblicata ve la mostreremo qui.

14 luglio 2015 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Le sfide della Chiesa per tutelare la propria autonomia e i suoi territori. A colpi di alleanze, scomuniche, guerre, ma anche preziose committenze ai più grandi artisti del Rinascimento, ecco come i pontefici sono stati protagonisti di secoli di storia. E ancora: quando, 100 anni fa, l'Irlanda venne divisa in due; origini, regole e curiosità degli scacchi; perché le legioni romane erano imbattibili.

 

ABBONATI A 29,90€

Quale incredibile processo ha fatto nascere la vita sul nostro pianeta? Tutte le ultime ipotesi scientifiche. Inoltre: i numeri e le mappe della pandemia che ci ha cambiato nel 2020 e cosa ci aspetta nel 2021; le nuove frontiere del cinema; i software che ci identificano in base al modo di camminare; il sesso strano del mondo animale.

ABBONATI A 29,90€

Sul nuovo numero di Focus Domande&Risposte tantissime domande e risposte curiose e inaspettate nel nome della scienza. Per esempio: è vero che la musica fa cambiare sapore al formaggio? E che mariti e mogli con il tempo si assomigliano? E che la solitudine cambia il nostro cervello?

ABBONATI A 29,90€
Follow us