Spazio

Piante spaziali in tempi rapidi

In Australia hanno isolato un gene che fa crescere una particolare pianta di tabacco in tempi rapidissimi e che potrebbe servire per coltivare cibo fresco sulla Iss o su Marte.

Un gruppo di scienziati australiani ha individuato un gene che consente a una pianta imparentata con il tabacco di crescere e riprodursi in condizioni estreme e tempi brevissimi. La scoperta potrebbe rappresentare la chiave per coltivare velocemente verdura a bordo della ISS o nel corso di future missioni spaziali lontano dalla Terra – un po' come accade a Matt Damon nel film "Sopravissuto - The Martian".

Porte sempre aperte. La pianta messa sotto la lente di ingrandimento da Julia Bally e colleghi, della Queensland University of Technology (QUT), è la Nicotiana benthamiana (detta anche Pitjuri), una specie autoctona dell'Australia usata per decenni come "topo di laboratorio" negli esperimenti genetici. Possiede infatti un peculiarità: ingloba facilmente nel suo DNA i geni provenienti da virus o altre specie vegetali.

Crescita rapida. I ricercatori della QUT hanno trovato che l'elevata ricettività di Pitjuri è determinata da un mutazione genetica che ne ha limitato la capacità di combattere gli organismi invasori. Come spiega la dottoressa Bally, si tratta di compromesso raffinato, poiché la perdita del sistema immunitario consente alla pianta di «concentrare le proprie energie sulle capacità di germinare e fiorire velocemente», producendo semi di grandi dimensioni che finiranno nel suolo «in tempo per la prossima pioggia». Un meccanismo di sopravvivenza ideale nei climi in cui l'acqua appare solo per brevi periodi.

Verdure spaziali OGM. Negli orti all'aria aperta gli svantaggi sarebbero troppi, perché i bassi livelli di guardia farebbero il gioco degli agenti patogeni. Secondo gli scienziati, il gene mutato può invece essere applicato nelle coltivazioni in ambienti sterili, ad esempio nello spazio, consentendo agli astronauti di avere cibo fresco nel giro di pochi giorni.

«Quello che abbiamo scoperto», spiega Bally, «può avere un grande impatto sul futuro della ricerca biotecnologia vegetale». Tuttavia, per ottenere degli ortaggi geneticamente modificati che sfruttino, ad esempio, la tecnologia Veggie saranno necessari ancora test e approfondimenti.

I dettagli della ricerca sono stati pubblicati su Nature Plants.

7 novembre 2015 Davide Decaroli
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La (brutta) storia della follia raccontata attraverso i re e gli imperatori ritenuti pazzi, i rimedi adottati nei secoli per “curarla” e l'infinita serie di pregiudizi e superstizioni che hanno reso la vita dei malati un inferno peggiore del loro male. E ancora: quando le donne si sfidavano a duello; la feroce Guerra delle due Rose, nell'Inghilterra del '400.

ABBONATI A 29,90€

Senza l'acqua non ci sarebbe la Terra, l'uomo è l'animale che ne beve di più, gli oceani regolano la nostra sopravvivenza: un ricco dossier con le più recenti risposte della scienza. E ancora: come agisce un mental coach; chi sono gli acchiappa fulmini; come lavorano i cacciatori dell'antimateria; il fiuto dei cani al servizio dell'uomo.

ABBONATI A 29,90€
Follow us