Spazio

La Parker Solar Probe è l'oggetto umano più vicino al Sole

La sonda della NASA si è spinta dove mai nessuna missione era arrivata, polverizzando ogni precedente record di distanza e velocità. Nei prossimi anni continuerà a battere se stessa, fino a sfiorare la nostra stella, nel 2024.

La Parker Solar Probe, la sonda della NASA lanciata ad agosto per studiare il vento e l'atmosfera solare, ha appena conquistato un importante record: quando il 29 ottobre si è spinta a 42,73 milioni di km dalla nostra stella, è divenuta ufficialmente l'oggetto umano arrivato più vicino al Sole, nella storia dell'esplorazione spaziale. Il primato precedente apparteneva alla sonda tedesca e americana Helios 2, che nell'aprile 1976 era arrivata a 43 milioni di km dal Sole.

Incontro ravvicinato. Questo record non è comunque destinato a rimanere tale per molto: la sonda continuerà a "superarsi" nelle 24 orbite intorno al Sole previste nei prossimi 7 anni, fino a che, nel 2024, si spingerà a 6,1 milioni di km dalla fotosfera (lo strato del Sole da cui proviene la maggior parte della radiazione luminosa).

Da quella posizione privilegiata potrà studiare la corona solare, lo strato più esterno dell'atmosfera solare, che fa registrare temperature di milioni di gradi - misteriosamente, molto più alte di quelle della fotosfera, che arriva "solo" a 6.000 °C.

Vietato indugiare. La sonda sta proprio in queste ore infrangendo anche i precedenti record di velocità per un veicolo spaziale in viaggio verso il Sole, che è di quasi 247 mila km orari relativamente alla superficie solare e che appartiene sempre alla Helios 2. Il team di missione misura periodicamente velocità e posizione precise della sonda inviando segnali al veicolo con la rete di radio-antenne Deep Space Network, e aspettando un riscontro.

La Parker Solar Probe studierà in particolar modo come avvengono il riscaldamento della corona solare e l'accelerazione del vento solare, quella serie di particelle subatomiche che si spingono fino ai confini del nostro sistema planetario.

31 ottobre 2018 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us