Spazio

Orion: la prima missione è stata un successo

La capsula Orion ha compiuto senza problemi il suo primo volo di prova: partenza perfetta, arrivo a 5.800 km dal suolo, rientro nell'atmosfera e infine ammaraggio, dopo l'apertura di 3 super paracadute. È un grande passo avanti per le missioni con equipaggio che ci potrebbero riportare sulla Luna e spingere fino a Marte.

La prima missione di prova della navicella spaziale Orion è stata completata perfettamente e con successo. Alle 13:05 ore italiane Orion, la capsula della Nasa che un giorno ci condurrà su Marte, è partita da Cape Canaveral.

Dopo l'inutile attesa di ieri, dettata da cattive condizioni meteo e da problemi tecnici, il nuovo tentativo di lancio è avvenuto con successo e all'ora prevista, senza ulteriori ritardi, in una nuvola di fumo e fuoco.

Il momento cruciale. Alle 16:10 italiane la capsula ha raggiunto la quota massima di 5800 chilometri e ha poi iniziare una precipitosa discesa verso l'atmosfera terrestre, che l'ha portata a sopportare una velocità di 30 mila chilometri orari e temperature fino a 2.200 °C.

Il viaggio di ritorno è terminato come previsto con l'apertura di 3 enormi paracadute (la loro superficie totale era pari a quella di un campo di football americano) che hanno rallentato la sua corsa fino al tuffo nel Pacifico al largo delle coste californiane. Ora la capsula sarà recuperata.

Il momento dello slashdown di Orion

Pianeta blu. Le telecamere in soggettiva del razzo Delta Heavy e della navicella senza equipaggio hanno documentato anche i primi, emozionanti minuti di ascesa della capsula in atmosfera, fino al raggiungimento dell'orbita preliminare: si sono così potuti osservare la curvatura atmosferica della Terra, il distacco del primo stadio e l'apertura dei pannelli del motore secondario.

Le telecamere a bordo hanno anche documentato lo splashdown di Orion che nelle fasi finali è stato seguito da diversi droni che hanno ripreso i momenti cruciali del rientro.

Il video della partenza

Il video dell'ammaraggio

5 dicembre 2014 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us