Onde gravitazionali e stelle di neutroni

Una nuova stella nasce in diretta, sotto gli occhi degli osservatori di tutto il mondo: le onde gravitazionali e i rilevatori LIGO e Virgo hanno annunciato l'evento.

01fusionediduestelledineutroni02cosarestadopolafusione03galassiangc4993confreccia04kilonova05illustrazionestelledineutroni06ondegravitazionaliApprofondimenti
01fusionediduestelledineutroni

Illustrazione: la densa e calda nube di detriti espulsi dalle stelle di neutroni prima della fusione. Questa nube produce la luce visibile e infrarossa della kilonova: all'interno di questi detriti ricchi di neutroni sono state forgiate grandi quantità di alcuni degli elementi più pesanti dell'Universo, producendo centinaia di masse terrestri di oro e platino.

02cosarestadopolafusione

Illustrazione: dopo la fusione delle stelle di neutroni, i resti dei getti che hanno prodotto la raffica di raggi gamma continuano ad espandersi nello spazio. Dopo nove giorni dall'evento nella galassia NGC4993 il getto diretto verso di noi si era diffuso abbastanza da permettere agli osservatori di rilevare la sua emissione.

03galassiangc4993confreccia

La galassia NGC4993. La tricromia è stata ottenuta mediante la composizione di immagini ottenute il 22 agosto 2017 con il telescopio VST. La freccia indica la sorgente luminosa prodotta dalla fusione delle due stelle di neutroni.

04kilonova

La galassia NGC 4993 e la kilonova. Questo collage mostra la galassia NGC 4993 e un'esplosione di kilonova risultante dalla fusione di due stelle di neutroni.

05illustrazionestelledineutroni

La fusione di stelle di neutroni. Questa rappresentazione artistica mostra due stelle di neutroni piccolissime, ma molto dense, sul punto di fondersi ed esplodere come kilonova. Un evento raro che dovrebbe produrre sia onde gravitazionali, sia un lampo di raggi gamma corto. Entrambi i segnali sono stati osservati il 17 agosto 2017 rispettivamente da LIGO-VIrgo e da Fermi/INTEGRAL. Osservazioni successive con molti telescopi dell'ESO hanno confermato che questo oggetto, nella galassia NGC4993, a circa 130 milioni di anni luce dalla Terra, è proprio una kilonova. Questi oggetti sono la maggiore fonte di elementi chimici pesanti, come oro e platino, nell'Universo.

06ondegravitazionali

Onde gravitazionali generate dalla fusione di due stelle di neutroni: gli scienziati hanno confermato che quando due stelle di neutroni molto piccole ma molto dense si fondono, esplodono in una kilonova producendo sia onde gravitazionali, sia un gamma-ray burst corto, entrambi osservati il 17 agosto 2017 rispettivamente da LIGO-Virgo e Fermi/INTEGRAL.

Illustrazione: la densa e calda nube di detriti espulsi dalle stelle di neutroni prima della fusione. Questa nube produce la luce visibile e infrarossa della kilonova: all'interno di questi detriti ricchi di neutroni sono state forgiate grandi quantità di alcuni degli elementi più pesanti dell'Universo, producendo centinaia di masse terrestri di oro e platino.