Nuovi dettagli per Hubble Ultra Deep Field, la più famosa immagine del Cosmo

La rielaborazione della storica fotocomposizione del telescopio spaziale Hubble, con nuovi metodi e nuovi dati, rivela dettagli inediti e inattesi.

te1
Questa immagine è il frutto di tre anni di lavoro di elaborazione sulla Hubble Ultra Deep Field.|ABYSS

Pochi anni fa il telescopio spaziale Hubble scattò, nel corso di 841 orbite attorno alla Terra, molte centinaia di fotografie di una piccola regione dello Spazio nella costellazione della Fornace. Elaborate dagli esperti e con appositi software, diedero vita all'immagine dell'Universo di circa 13 miliardi di anni fa, ossia poche centinaia di milioni di anni dopo il Big Bang.

 

L'immagine in piena risoluzione, chiamata Hubble Ultra Deep Field (HUDF), è stata nel tempo più volte arricchita di nuovi dettagli e mostra circa 10.000 galassie: è considerata una delle più belle immagini che abbiamo del Cosmo.

 

Hubble Ultra Deep Field
Dal telescopio spaziale Hubble: la fotografia dell'Universo profondo, Hubble Ultra Deep Field (clicca sull'immagine per ingrandirla). | Hubble/NASA/ESA

 

L'ultima elaborazione, ad opera di un team internazionale di ricercatori, ha aggiunto elementi inediti e straordinari, rielaborando in modo originale l'immagine di Hubble con nuovi dati e immagini: lo studio (pubblicato su Astronomy & Astrophysics) ha messo in risalto la debole luce presente al bordo delle grandi galassie, cosa che ha permesso di scoprire (tra l'altro) che molte galassie sono assai più grandi di quanto si pensava, con diametri fino al doppio delle stime precedenti.

 

 

27 Gennaio 2019 | Luigi Bignami