Orione e le sue neonate stelle

esa_orion_herschel_spitzer
La nebulosa di Orione fotografata dai telescopi spaziali Spitzer ed Herschel con una cascata di stelle nascenti.|NASA/ESA/JPL-Caltech/IRAM
Nuove, piccole stelle stanno nascendo nella nebulosa di Orione. Questa immagine spettacolare del nostro universo, catturata dagli occhi vigili dei telescopi spaziali della NASA e dell'ESA Spitzer ed Herschel, ci mostra una vera e propria nursery stellare avvolta in una colorata nuvola di gas e polveri interstellari.

Lo scatto di questa fotografia è stato possibile grazie alla complementarità dei sensori a infrarosso dei due telescopi: Spitzer è infatti in grado di individuare lunghezze d'onda agli infrarossi più piccole, ossia più vicine allo spettro del visibile, mentre Herschel rileva lunghezze d'onda più lontane, vicine alle microonde.
Ogni colore della foto è associato a una differente lunghezza d'onda della luce e a differenti temperature del materiale osservato, principalmente polvere: quella blu è la polvere più calda (Spitzer, 8 e 24 micron), mentre in verde e in rosso quella via via più fresca (Herschel, 70 e 160 micron).

Il nuovo gruppo di stelle che sta nascendo, visibile in alto a destra nella foto, è ancora nei primissimi stadi di sviluppo, ma grazie alla combinazione delle osservazioni effettuate dai due telescopi spaziali gli astronomi hanno ottenuto un quadro più completo sui processi di formazione delle stelle.

La nebulosa di Orione si trova proprio sotto alla cintura di stelle dell'omonima costellazione, nei nostri cieli in autunno e in inverno, a 1500 anni luce di distanza dalla Terra, troppo per essere visibile a occhio nudo.

Altre spettacolari fantasie di nebulose.
09 Marzo 2012 | Rebecca Mantovani