Spazio

Nuove foto della sonda che si schiantò su Marte

Tre anni dopo l'impatto del lander Schiaparelli su Marte, una sonda della Nasa ha fotografato la zona. Ecco quali informazioni ricaviamo dalle foto.

Mentre si prospettano mesi caratterizzati da un programma molto affollato di missioni spaziali dirette verso Marte (l'Europa, la Cina e la NASA invieranno nuovi rover), qualche settimana fa la fotocamera HiRISE della sonda della NASA MRO (Mars Reconnassance Orbiter) ha catturato nuove immagini del luogo in cui, nell'ottobre 2016, la sonda dell'ESA Schiaparelli si schiantò sulla superficie del Pianeta Rosso. La stessa MRO aveva raccolto alcune immagini già subito dopo il disastroso impatto: dal confronto con le nuove riprese stanno emergendo informazioni molto utili.

 

Coperto da polvere. Mettendo a confronto le immagini vecchie con le nuove, risulta che il cratere prodotto dall'impatto della sonda è stato nel frattempo parzialmente ricoperto e oscurato dal pulviscolo della tempesta di polvere che durata quasi tutta l'estate 2019 e che ha interessato l'intero Pianeta Rosso.

Subito dopo l'impatto infatti, si vedev un cratere circondato da linee scure e vari punti luminosi dovuti al riflesso di resti della sonda. Altri reperti vennero identificati come il guscio posteriore, il paracadute e lo scudo termico della sonda. Le ultime immagini di HiRISE mostrano invece come gran parte del materiale scuro prodotto dall'impatto risulta sbiadito rispetto ad allora.

 

Un'altra differenza tra le immagini del 2016 e quelle recenti riguarda il paracadute, che sembra aver cambiato forma. Ciò è senza dubbio dovuto al vento che lo ha fatto muovere sulla superficie e ancora una volta dalla polvere che vi è caduta sopra. Sono piccoli elementi, questi, che aiutano i ricercatori a migliorare laconoscenza di... "come funziona Marte", della sua morfologia e di come la sua superficie si sia trasformata velocemente nel corso del tempo.  

22 febbraio 2020 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

ll ritratto, le scoperte, il viaggio sul brigantino Beagle di Charles Darwin, il grande naturalista che riscrisse le leggi della vita e sfidò il pensiero scientifico e religioso del suo tempo. E ancora: la mappa delle isole linguistiche in Italia, per capire dove e perché si parla cimbro, occitano, grecanico o albanese; niente abiti preziosi, gioielli e feste: quando l'ostentazione del lusso era vietata; ritorno a Tientsin, un angolo di Cina “made in Italy”.

ABBONATI A 29,90€

La scienza sta già studiando il futuro di chi abiterà il nostro Pianeta. Le basi lunari e marziane saranno il primo step per poi puntare a viaggi verso stelle così lontane da richiedere equipaggi che forse trascorreranno tutta la vita in astronavi-città. Inoltre: quanto conta il sesso nella vita di coppia; i metodi più efficaci per memorizzare e ricordare; perché dopo il covid l'olfatto e il gusto restano danneggiati. E come sempre l'inserto speciale Focus Domande&Risposte ricco di curiosi quesiti ai quali rispondono studi scientifici.

ABBONATI A 29,90€
Follow us