Spazio

Due asteroidi sfiorano la Terra in 24 ore

Ancora una volta la Terra è graziata da asteroidi che avrebbero potuto lasciare il segno nel caso di un impatto.

Nell’arco di circa 24 ore due asteroidi "sfioreranno" la Terra a una distanza inferiore a quella che c'è tra noi e la Luna. Il primo è l’asteroide 2019 MB4, circa 23 metri di diametro, in transito a 0,8 volte la distanza Terra-Luna (circa 307.000 km) alla velocità di circa 7,2 chilometri al secondo; il secondo è 2019 NN3, circa 46 metri di diametro, in transito più o meno alla stessa distanza a circa 8,8 chilometri al secondo.

Se attraversano l'atmosfera (ma non è questo il caso), oggetti come 2019 MB4 possono disintegrarsi (com'è accaduto a 2019 MO il 22 giugno scorso o all'asteroide esploso sullo Stretto di Bering nel 2018) per via dell'elevata temperatura che raggiungono a causa dell'attrito, e a seconda dell'angolo di penetrazione provocare anche danni più o meno estesi, com'è accaduto asteroide di Tunguska, che probabilmente aveva dimensioni simili o di poco superiori, e una velocità stimata in 15 km al sendo - nel 1908, causò la distruzione di 2.000 chilometri quadrati di foresta siberiana.

La Terra sarà solamente sfiorata, oggi: ma l'evento richiama l'attenzione, ancora una volta, su quelle che dovrebbero essere le priorità di ogni agenzia spaziale (e governo) del pianeta.

L'asteroide di Tunguska, Siberia: un monito per l'Umanità (Asteroid Day)
Nel giugno 1908 la foresta lungo il fiume Tunguska, in Siberia, fu rasa al suolo su un'area di 1.500-2.000 chilometri quadrati a causa dell'esplosione di un meteorite o di una cometa. Vedi anche: perché tante meteoriti cadono in Siberia? © Wikimedia Commons
9 luglio 2019 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us