Due asteroidi sfiorano la Terra in 24 ore

Ancora una volta la Terra è graziata da asteroidi che avrebbero potuto lasciare il segno nel caso di un impatto.

asteroide_shutterstock_174646076
Uno scenario da incubo, dal quale non ci libereremo mai del tutto.|Elenarts / Shutterstock

Nell’arco di circa 24 ore due asteroidi "sfioreranno" la Terra a una distanza inferiore a quella che c'è tra noi e la Luna. Il primo è l’asteroide 2019 MB4, circa 23 metri di diametro, in transito a 0,8 volte la distanza Terra-Luna (circa 307.000 km) alla velocità di circa 7,2 chilometri al secondo; il secondo è 2019 NN3, circa 46 metri di diametro, in transito più o meno alla stessa distanza a circa 8,8 chilometri al secondo.

 

Se attraversano l'atmosfera (ma non è questo il caso), oggetti come 2019 MB4 possono disintegrarsi (com'è accaduto a 2019 MO il 22 giugno scorso o all'asteroide esploso sullo Stretto di Bering nel 2018) per via dell'elevata temperatura che raggiungono a causa dell'attrito, e a seconda dell'angolo di penetrazione provocare anche danni più o meno estesi, com'è accaduto asteroide di Tunguska, che probabilmente aveva dimensioni simili o di poco superiori, e una velocità stimata in 15 km al sendo - nel 1908, causò la distruzione di 2.000 chilometri quadrati di foresta siberiana.

La Terra sarà solamente sfiorata, oggi: ma l'evento richiama l'attenzione, ancora una volta, su quelle che dovrebbero essere le priorità di ogni agenzia spaziale (e governo) del pianeta.

 

L'asteroide di Tunguska, Siberia: un monito per l'Umanità (Asteroid Day)
Nel giugno 1908 la foresta lungo il fiume Tunguska, in Siberia, fu rasa al suolo su un'area di 1.500-2.000 chilometri quadrati a causa dell'esplosione di un meteorite o di una cometa. Vedi anche: perché tante meteoriti cadono in Siberia? | Wikimedia Commons
09 Luglio 2019 | Luigi Bignami