Spazio

Alla Nasa temono che il ritorno dell'uomo sulla Luna subisca ritardi

Il timore è che SpaceX abbia bisogno di più tempo del previsto per testare il razzo Starship che dovrebbe riportare astronauti della Nasa sulla Luna. E c'è pure un problema-tute...

Un timore – che in molti avevano, ma che forse per un po' di scaramanzia nessuno osava manifestare – è stato ufficialmente espresso da un alto funzionario della NASA: c'è molta preoccupazione che le difficoltà nello sviluppo da parte di SpaceX del nuovo enorme razzo Starship, potrebbero ritardare il primo allunaggio di astronauti del programma Artemis. Parliamo della terza "puntata" della missione, prevista attualmente per la fine del 2025, con cui la Nasa dovrebbe impiegare un veicolo Starship di SpaceX per traghettare un equipaggio di due persone dall'orbita lunare alla superficie del satellite.

Se ne parla nel 2026? Jim Free, capo della Direzione della Missione per lo sviluppo dei sistemi di esplorazione della NASA, ha affermato infatti che SpaceX deve ancora realizzare molto lavoro prima che l'astronave venga autorizzata a far atterrare gli astronauti sulla Luna. L'attuale programma della NASA prevede che il primo astronauta del Progetto Artemis atterri sulla Luna con la missione Artemis 3, alla fine del 2025. «Ma con le difficoltà che SpaceX ha avuto, penso che sia quasi impossibile. Quindi dobbiamo pensare di far scivolare il lancio almeno nel 2026», ha dichiarato Free in una riunione del Consiglio di Ingegneria Aeronautica e Spaziale delle Accademie nazionali.

Prima che l'astronave possa volare sulla Luna, SpaceX deve lanciare con successo il veicolo spaziale in orbita terrestre. Il primo volo di prova di SpaceX dell'intera astronave, è partito dalla struttura di Starbase che si trova nel sud del Texas lo scorso 20 aprile 2023. SpaceX ha dichiarato che il volo di prova è stato un successo, in quanto ha trasmesso a terra dati preziosi sulle prestazioni dell'astronave per l'analisi da parte degli ingegneri. Il razzo è andato fuori controllo dopo alcuni problemi ai motori e alla fine un sistema di autodistruzione si è attivato per farlo esplodere.

Riparazione danni. Nel frattempo gruppi di lavoro di SpaceX a terra stanno oggi riparando i pesanti danni causati alla rampa di lancio e stanno anche rinforzando le infrastrutture prima di tentare un secondo lancio di prova dell'accoppiata Super Heavy (che è il razzo vero e proprio) - Starship (l'astronave). Elon Musk, fondatore e CEO di SpaceX, ha suggerito che il sito di lancio potrebbe essere pronto per un altro volo di prova entro la fine dell'estate.

Rifornimento di Starship
Ricostruzione del modo con il quale l’astronave di Starship farà rifornimento in orbita terrestre prima del viaggio verso la Luna. © SpaceX

Con Artemis 3, la navicella Orion trasporterà gli astronauti nelle vicinanze della Luna, dove il lander Starship di SpaceX sarà già in attesa. Quest'ultimo infatti, dopo essere stato lanciato dal nuovo razzo o booster Super Heavy, raggiungerà prima l'orbita terrestre bassa a poche centinaia di chilometri sopra il nostro pianeta, poi verrà rifornito di metano e ossigeno liquidi (vedi foto sopra) utilizzando una serie di veicoli-cisterna Starship.

Un volta fatto il pieno, l'astronave lunare si sposterà verso la Luna, dove la navicella Orion attraccherà ad essa: due degli astronauti passeranno al suo interno per scendere in un sito di atterraggio vicino al Polo sud lunare. 

Il rientro. Due astronauti rimarranno a bordo della capsula Orion in orbita. Dopo alcuni giorni sulla superficie, durante i quali verranno realizzate diverse "passeggiate", l'astronave tornerà in orbita lunare e si incontrerà nuovamente con la navicella Orion per riunire l'equipaggio. A questo punto Orion riporterà gli astronauti sulla Terra.

In tutto questo c'è grande attesa per come verrà eseguito il rifornimento di Starship in orbita terrestre, un'operazione pericolosa e mai realizzata finora, che in questi due anni dovrà diventare di routine. Tra l'altro non si conosce ancora il numero esatto di lanci di serbatoi cisterna che saranno necessari per il rifornimento dell'astronave lunare. 

Ci sono altre preoccupazioni. Il lander lunare Starship tuttavia, non è l'unico elemento dell'architettura Artemis della NASA che potrebbe causare un ritardo nell'atterraggio sulla Luna di Artemis 3. La NASA ha selezionato Axiom Space, lo scorso anno, per sviluppare una nuova tuta spaziale per proteggere gli astronauti che cammineranno sul nostro satellite, proprio a partire dalla missione Artemis 3.

La nuova tuta spaziale sarà più flessibile dell'attuale ingombrante tuta spaziale della NASA, utilizzata per le passeggiate nello spazio presso la Stazione Spaziale Internazionale e quindi più adatta per camminare nell'ambiente a gravità ridotta della Luna. Questa tuttavia, non sembra ancora aver raggiunto i livelli di sicurezza necessari alla NASA per essere convalidata e quindi si sta ancora lavorando su di essa.

15 giugno 2023 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us