Spazio

Il rover Perseverance si toglie i sassolini... dal contenitore

Durante la raccolta di campioni di roccia marziana, il rover Perseverance ha "imbarcato" sassolini che hanno mandato in tilt i sensori. Ecco come è stato risolto il problema.

Il rover Perseverance della NASA, che si trova sul suolo marziano dal febbraio 2021 e che al momento sta esplorando il cratere Jezero, sta affrontando un imprevisto che si è manifestato nel corso dell'estrazione di un campione di roccia da un masso denominato "Issole". 

In trappola! Il 29 dicembre, durante il trasferimento dal perforatore al contenitore del materiale che Perseverance aveva estratto da una roccia, alcuni sensori hanno indicato un'anomalia. I tecnici della Nasa hanno impiegato più di una settimana per capire quale fosse il problema e alla fine si sono resi conto che si trattava di alcuni detriti rimasti intrappolati nella parte superiore del contenitore del campione.

Nasa
Un particolare del sistema di chiusura del contenitore di Perseverance, con i detriti che hanno prodotto l'anomalia.

Da allora i tecnici si sono adoperati senza sosta per trovare il modo di rimuovere quei sassolini dal contenitore. Sono state eseguite anche alcune prove sul rover-gemello di Perseverance, sulla Terra, e alla fine, il 12 gennaio scorso, la soluzione inaspettata: la scelta migliore sarebbe stata rovesciare il contenitore del "Sample Tube 261" (così si chiama il contenitore con i campioni) e restituire al suolo di Marte il campione che era stato raccolto.

La prova è stata eseguita a Terra ed è sembrata più semplice del previsto. Qualche giorno dopo sono stati inviati i segnali per eseguire l'operazione dal vero, con il rover su Marte, e, nel weekend del 16 e 17 gennaio, lo "svuotamento" è stato compiuto.

Meglio così. Perché scaricare tutto e non solo i sassolini? Alla NASA hanno ritenuto di scegliere questa opzione perché non avevano la certezza che il contenitore fosse pieno (e con quel che "costa" ogni operazione in termini di tempi e di risorse, questa condizione non è accettabile): meglio svuotare il tutto, dunque, con la certezza di far cadere i sassolini, per riprendere poi il campionamento da capo.

Dopo l'arrivo delle immagini, che dovrebbero mostrare che il materiale è stato effettivamente scaricato al suolo e con esso anche i detriti che hanno creato l'inconvenitente, si passerà a una nuova perforazione per prelevare un altro campione nella stessa area.

18 gennaio 2022 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La vita straordinaria di Rita Levi-Montalcini, l'unica scienziata italiana premiata con il Nobel: dall'infanzia dorata alle leggi razziali, dagli studi in America ai legami con una famiglia molto unita, colta e piena di talenti. E ancora: l'impresa in Antartide di Ernest Shackleton; i referendum che hanno cambiato il corso della Storia; le prime case popolari del quartiere Fuggerei, ad Augusta; il mito, controverso, di Federico Barbarossa.

ABBONATI A 29,90€

Tutto quello che la scienza ha scoperto sui buchi neri: fino a 50 anni fa si dubitava della loro esistenza, ora se ne contano miliardi di miliardi. Inoltre, come funziona la nostra memoria; l'innovativa tecnica per far tornare a camminare le persone paraplegiche; la teconoguerra in Ucraina: quali sono le armi tecnologiche usate.

ABBONATI A 31,90€
Follow us