Spazio

Nasa: nel 2014 il primo volo di prova del successore dello Space Shuttle

L'Ente spaziale americano conferma che la capsula Orion, insieme al razzo Space Launch System, è il più avanzato tra i progetti candidati a prendere il posto del leggendario "spazioplano" americano.

È sempre più probabile che sia la “navicella” Orion a prendere il posto dello Space Shuttle, andato in pensione l’estate scorsa. La Nasa, che l’aveva già presentata tra i possibili “candidati” alla successione (in questo articolo parlavamo proprio di Orion e degli altri papabili), ha ieri annunciato di aver fissato il primo test di volo per il 2014.

La prova è stata battezzata Flight Test Exploration o EFT-1 e farà seguito a una serie di test che la Nasa ha già completato con esiti incoraggianti. Secondo il programm,a dopo il lancio con il razzo Space Launch System, la capsula Orion (che in questa occasione non avrà astronauti a bordo) effettuerà due orbite attorno alla Terra per poi rientrare precipitando in mare, dove verrà recuperata.

Dal test la Nasa ricaverà i dati necessari per le successive fasi di progettazione e – sempre secondo l’Ente spaziale americano – si cercherà la conferma sulla validità di alcuni approcci innovativi circa lo sviluppo di sistemi spaziali, il cui risultato dovrebbe portare una riduzione dei costi, senza conseguenze per la sicurezza.

Superata la fase sperimentale, il veicolo spaziale Orion dovrebbe essere utilizzato per portare gli astronauti in missioni verso asteroidi, la Luna, Marte e altre destinazioni.

La ricostruzione del Flight Test Exploration in questo video della Nasa.
9 novembre 2011 Roberto Graziosi
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us