Il mistero dei lampi radio dalle profondità del cosmo

rr010353
Il disco solare al tramonto sembra scivolare all'interno del radiotelescopio al Parkes Observatory in Australia|© Roger Ressmeyer/CORBIS
Immaginate di ascoltare la vostra radio preferita a un volume normale quando improvvisamente un beep lacerante riuscisse in una frazione di secondo a rompere gli altoparlanti. Con le dovute proporzioni, questo è quanto è accaduto in Australia al radiotelescopio Parkes: mentre scandagliava il cielo alla ricerca di pulsar ha captato improvvisamente un segnale fortissimo ma molto breve, appena qualche millisecondo di durata. E se nel 2007, quando accadde per la prima volta, l'evento misterioso lasciò gli scienziati alquanto scettici, il suo ripetersi per tre volte nel 2011 e due nel 2012 ha spazzato via ogni dubbio circa la reale esistenza di questi strani "lampi radio" provenienti dalle profondità del cosmo.
Ma cosa sono e da dove provengono? Dalla direzione di arrivo dei beep si deduce che non possono provenire dalla nostra galassia, mentre i differenti tempi di arrivo hanno permesso di stabilire che la sorgente dei beep è a qualche miliardo di anni luce da noi. Il resto rimane un mistero.

A proposito di misteri: sono UFO quelli che si vedono dagli oblò della ISS?
Guarda anche: Fantasmi e mostri dallo spazio.
12 Settembre 2013 | Rebecca Mantovani